26 Ottobre 2021, martedì
Home Italia Cronaca Arrestato un militare italiano, ceduti documenti ad un ufficiale russo

Arrestato un militare italiano, ceduti documenti ad un ufficiale russo

Un ufficiale della marina militare italiana è stato fermato insieme ad un ufficiale delle forze armate russe entrambi sono stati arrestati dai carabinieri del Ros e sono accusati di gravi reati attinenti allo spionaggio e alla sicurezza dello Stato. L’arresto è avvenuto dopo un incontro clandestino avvenuto tra i due, che sono stati sorpresi mentre l’ufficiale italiano cedeva all’altro dei documenti ‘classificati’ in cambio di soldi.

Lo scambio è avvenuto in un parcheggio della Capitale, documenti classificati di natura militare in cambio di cinque mila euro in contanti. I due si erano accordati anche su una cifra più bassa, quasi quattromila euro, per la cessione di documenti avvenuta già in passato.

I documenti erano principalmente di natura militare e riguarderebbero i sistemi di telecomunicazione militare, il capitano avrebbe potuto accedere a questi documenti in quanto era in servizio allo Stato maggiore della Difesa.


Nei confronti del militare italiano, attualmente detenuto, l’accusa è di fornitura di notizie concernenti la sicurezza dello Stato di cui è vietata la divulgazione, spionaggio politico e militare.

E’ stato già aperto un fascicolo d’inchiesta dalla Procura militare di Roma sull’arresto degli ufficiali italiani e russo.

 Dopo l’operazione condotta dai carabinieri del ROS, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma, la Farnesina rende noto che il Segretario Generale del Ministero degli affari esteri, Elisabetta Belloni, ha convocato al Ministero questa mattina – su istruzioni del Ministro Luigi Di Maio – l’Ambasciatore della Federazione Russa presso la Repubblica Italiana, Sergey Razov.

Intanto su Facebook: il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha scritto “In occasione della convocazione al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dell’ambasciatore russo in Italia, abbiamo trasmesso a quest’ultimo la ferma protesta del governo italiano e notificato l’immediata espulsione dei due funzionari russi coinvolti in questa gravissima vicenda. Ringrazio la nostra intelligence e tutti gli apparati dello Stato che ogni giorno lavorano per la sicurezza del nostro Paese”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Pensioni, vertice Draghi-sindacati. Pressing della Lega

Ieri Salvini dal premier: Carroccio al lavoro per no a ritorno Fornero. Manovra di bilancio 2022. Il premier, Mario...

Come nasce il Fascicolo sanitario elettronico, quali sono punti forti e punti deboli?

«Il mio punto di vista è quello di medico clinico. Il FSE nasce primariamente per rispondere aesigenze amministrative, e solo in seconda battuta per essere...

Un caprino vaccino

«Ieri ho chiesto un "formaggio caprino" per mia moglie, che mal sopporta il latte vaccino, ma leggendo poi l'etichetta ho scoperto che...

Piero Sardo Viscuglia: ‘’Il Premio Wilde ci sta dando grosse soddisfazioni’’

A cura di Ionela Polinciuc Piero Sardo Viscuglia, il Segretario generale della Dreams Entertainment e co-coordinatore dei progetti Cultura...

Commenti recenti