19 Maggio 2022, giovedì
Home News Democrazia Cristiana propone il Prof Giulio Tarro candidato alla Presidenza della Repubblica...

Democrazia Cristiana propone il Prof Giulio Tarro candidato alla Presidenza della Repubblica Italiana

A cura di Ionela Polinciuc

Il prof. Giulio Tarro, virologo di fama internazionale, per ben due volte ha sfiorato l’assegnazione del premio Nobel, autore di numerose ricerche e pubblicazioni, ha dedicato la sua vita per il bene comune e la salvaguardia della salute di tutti, viene proposto dalla Democrazia Cristiana a candidarsi alla Presidenza della Repubblica Italiana.

Nato a Messina il 9.7.1938, in giovane età si è trasferito a Napoli con la famiglia dove ha frequentato l’Università Federico II alla facoltà di Medicina e Chirurgia laureandosi con lode. Poi, inizia il suo meraviglioso percorso scientifico.

Se i grandi Elettori a cui il Movimento Trasversale Internazionale GIULIO TARRO IL PRESIDENTE DEL POPOLO, sta inviando una lettera personalizzata, accorata per chiedere il voto per il prof. Tarro vogliono possono farlo eleggere Presidente della Repubblica italiana.

Cosa succederebbe, se il Prof. Tarro diventasse Presidente della Repubblica, cambierà la costituzione in brevissimo tempo? Forse è giunto il momento di fare una elezione del Presidente della Repubblica eletto dal popolo.

Durante la sua carriera, ha ricevuto moltissimi riconoscimenti e premi, inoltre è stato per due volte vicino all’assegnazione del premio più importante del mondo, “Il Premio Nobel”. Tutti gli vogliono bene perchè ha salvato la vita a Papa Voijtyla, e ci auguriamo che salvi la vita di tanti italiani che in questo periodo sono arrivati a non fidarsi più della politica. Regna la confusione, la paura, ma soprattutto si arriva a pensare sempre di più a che fine faranno tutte le persone che hanno perso il lavoro perché hanno scelto di non vaccinarsi.

‘’Fare esami genetici prima della somministrazione dei vaccini può salvare vite umane, afferma il Prof. Giulio Tarro, proprio perché il vaccino, provoca danni per soggetti che hanno mutazioni genetiche. Un vaccino prima di essere immesso in commercio e somministrato deve avere il suo antidoto da inoculare in caso di complicazioni. Il Prof. Tarro, salvò Napoli dall’infezione del colera, insieme al team di sanitari dell’epoca ha curato San Giovanni Paolo II dopo il tremendo attentato. Non ci resta che augurare che un grande scienziato come lui, non decida di abbandonare questo paese, anzi, per il nostro Paese, ricercatori come lui sono vitali.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Rimorchiatore affonda a largo Puglia, un morto e 7 dispersi

Un rimorchiatore è affondato al largo delle coste pugliesi, a 50 miglia dalla costa di Bari, forse in acque croate.

Oroscopo giovedi 19 maggio 2022

                               A CURA DI TELEBLULANOTTE

Reati commessi attraverso i mass media: Risponde l’Avv. Melissa Gullà

A cura di Ionela Polinciuc Ormai, viviamo in un’era digitale e comunicare è diventato sempre più semplice e veloce.Una...

PRETENDONO DALL’ITALIA SCELTE DI CAMPO

a cura di Giuseppe Catapano  Il governo e il parlamento italiani dovranno decidere se dare o meno l’assenso a...

Commenti recenti