28 Luglio 2021, mercoledì
Home Mondo Cronaca nel Mondo Anne Marion ,dal petrolio al mecenatismo

Anne Marion ,dal petrolio al mecenatismo

a cura del direttore Luca Filipponi 

Sotheby’s propone in asta a maggio opere dalla raccolta della leggendaria mecenate e collezionistaMrs. John L. Marion (1938-2020). La selezione di opere che saranno in vendita a New York, racchiude esemplari storici di pittura astratta del dopoguerra insieme a vertici del pop americano. Ma chi è Anne Marion, recentemente scomparsa? Facciamo un passo indietro, e andiamo al giorno in cui Il suo bisnonno il capitano Samuel Burk Burnett (1849-1922) della famosa famiglia di allevatori texani – organizza il colpo di scena: alla cerimonia di lettura del suo cospicuo testamento Samuel lascia tutto il suo ingente patrimonio alla nipote, l’allora ventenne, “ Big Anne”.Le proprietà di Samuel passano poi in eredità alla figlia di “Big Anne”, la nostra collezionista, “Little Anne” Marion. “Little Anne” inaugurerà la tradizione di conduzione femminile di una delle più grandi aziende familiari del Texas. Petrolio e bestiame Black Angus, i principali asset. Il ranch di famiglia “Four Sixes” è lo scenario che ospita – nel tempo – dal Presidente Theodore Roosevelt a una lunga sfilata di attori di Hollywood, tutti accolti nel pieno rispetto delle tradizioni texane da “Big Anne” e dalla figlia che nel 1980 prende le redini del ranch e dell’impresa tutta.

“Little Anne” Marion figura nella Texas Business Hall of Fame, nella National Cowgirl Hall of Fame (2005), nella Great Hall of Western (2009) e tra le Great Women of Texas (2003). La sua dipartita è stata onorata da una corsa di bestiame a Fort Worth, a cui hanno partecipato cowboys provenienti da tutti i principali ranch dello stato. “Era una vera texana, una grande mecenate, membro generoso della nostra comunità e una persona di eleganza e forza. I texani hanno perso una patriota e io e Laura abbiamo perso un’amica” commenta George W. Bush alla morte di Anne.Nel corso della sua vita, Anne Marion ha infatti donato molte opere ai musei e ha distribuito, grazie alla sua fondazione di beneficenza, sovvenzioni per oltre 600 milioni di dollari, distribuendoli tra istituzioni e onlus, molte delle quali attive nel suo nativo Texas. Mecenate e parte attiva del board del Kimbell Art Museum per quattro decenni, nonché trustee del Museum of Modern Art di New York, Anne è anche stata una delle principali benefattrici del Modern Art Museum di Fort Worth e la più importante sostenitrice della sua espansione (da $ 65 milioni), scegliendo Tadao Ando come architetto per il progetto del nuovo edificio, che è inaugurato nel 2002.Ma l’iniziativa che la rende più celebre è sicuramente la creazione – insieme al marito John – del primo museo d’America dedicato a un’artista donna – la magica Georgia O’Keeffe – a Santa Fe. In accordo con i principi di filantropia e l’impegno decennale per il mecenatismo culturale di Anne Marion, una serie di importanti opere della sua collezione saranno donate al Modern Art Museum di Fort Worth e al Kimbell Art Museum. Le opere di Anne Marion invece in asta a maggio, hanno una stima complessiva che si aggira intorno ai 150 milioni di dollari.Al centro, i capolavori di tre dei più grandi artisti americani del dopoguerra, ciascuno eseguito all’apice delle rispettive ricerche creative: l’iconico e notissimo “Elvis 2 Times” di Andy Warhol, “Ocean Park n. 40”di Richard Diebenkorn e “PH-125” di Clyfford Still (1948-No. 1). Quest’ultimo dipinto risale al 1948, quando l’artista era anche influente professore presso la California School of Fine Arts , incarna appieno la rinnovata estetica di Clyfford Still. Come Anne Marion, Still proveniva – e amava profondamente – le vaste distese dell’America rurale. Si ipotizza che i tre lavori sopra citati possano raggiungere e superare i 20 milioni di dollari. Amy Cappellazzo, presidentessa della Global Fine Arts Division di Sotheby’s, ha dichiarato: “Anne Marion era una vera collezionista d’arte e aveva un occhio sicuro per la qualità. È stata coraggiosa in tutto ciò che ha fatto, dalla scelta delle singole opere d’arte, al suo gusto innovativo per il design e il colore. Orgogliosa della sua eredità e del suo stile di vita da rancher, Anne era una texana audace in tutto e per tutto “.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Pellegrini settima nell’ultima 200 sl

Federica Pellegrini ha chiuso al settimo posto la sua ultima finale olimpica dei 200 stile libero. L'azzurra è finora l'unica nuotatrice ad...

Germania, esplosione in un impianto chimico a Leverkusen: almeno due morti

Una tragedia dopo l'altra. La conta dei danni e il bilancio dei morti della catastrofica alluvione del 15 luglio non sono ancora...

Flop della piazza contro il green pass!

Avevano annunciato trionfalmente: "saremo almeno 50mila". Ma ad urlare 'libertà libertà' in piazza del Popolo, ad attaccare la "tirannia sanitaria" erano...

Per Governo e Quirinale si profilano tre schemi, ma è un gioco tutto aperto

Ci sono almeno tre schemi sui tavoli della politica italiana, e non solo, che disegnano il futuro istituzionale del nostro Paese. I...

Commenti recenti