14 Aprile 2021, mercoledì
Home News Il divorzio si farà in comune

Il divorzio si farà in comune

Divorzi davanti all’ufficiale di stato civile, tassi d’interesse elevati per chi non paga i debiti, conciliazione rafforzata con l’avvocato, estensione delle competenze del tribunale delle imprese a class action e concorrenza. Sono solo alcune delle novità della riforma della giustizia che il ministero guidato da Andrea Orlando intende mettere in campo nei prossimi mesi, dopo l’approvazione delle linee guida in consiglio dei ministri del 30 giugno scorso. I contenuti dei disegni di legge in preparazione sono illustrati nelle schede rese ieri disponibili dal dicastero di via Arenula.
Tribunale delle imprese. Si propone l’idea un rafforzamento e l’affidamento alla sua competenza di altre cause di particolare importanza per la competitività del sistema imprenditoriale italiano (concorrenza sleale, pubblicità ingannevole, azioni di classe a tutela dei consumatori).
Tribunale della famiglia. Saranno ampliate le attuali competenze attribuite ai tribunali per i minorenni, includendovi anche competenze oggi attribuite al tribunale ordinario (diritti delle persone, ed in particolare i minori, e diritti della famiglia, tra cui separazioni, divorzi e in genere contenzioso legato alla crisi delle relazioni familiari). Ci saranno dunque giudici specializzati nel diritto di famiglia e delle persone.
Conciliazione rafforzata. Si tratta di una procedura gestita dagli avvocati delle parti per il raggiungimento di un accordo prima che la lite venga portata davanti al giudice. L’accordo, si legge nelle schede, costituisce un titolo esecutivo in forza del quale è possibile aggredire i beni del debitore che rifiuti di pagare. Obiettivo dichiarato: ridurre il flusso delle cause in entrata dei tribunali e dei giudici di pace di circa 60 mila cause l’anno.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Anche in Italia si preparano test per la ripartenza dei concerti

In Spagna sono stati fatti test per far ripartire i concerti  ,a Barcellona si sono tenuti due live di prova, davanti a...

Napoli, la protesta dei lavoratori dello spettacolo: «Noi esclusi anche dai bonus»

I lavoratori dello spettacolo a Napoli sono scesi davanti al teatro Mercadante per manifestare le difficoltà di un settore completamente paralizzato dal...

Riaperture di cinema e teatri, il piano di Franceschini

Il ministro della cultura Dario Franceschini ha illustrato nell’incontro con gli esperti del Comitato tecnico-scientifico, una proposta scritta per riaprire in sicurezza appena sarà...

Calenda a Letta, primarie legittime ma le strade si separano

Enrico Letta segretario del Pd ha rilanciato le primarie per le elezioni amministrative "Le amministrative sono un banco...

Commenti recenti