28 Febbraio 2021, domenica
Home Mondo Cronaca nel Mondo Cile, un agente uccide un giocoliere: poche chiare le dinamiche dell'accaduto

Cile, un agente uccide un giocoliere: poche chiare le dinamiche dell’accaduto

A Panguipull, nel Cile Meridionale, un agente di polizia ha ucciso, un giovane giocoliere. La situazione non è ancora purtroppo chiara. Il ragazzo, si chiamava Francisco Andrés Martínez Romero ed aveva 27 anni. Ogni anno, in estate si spostava dal suo Paese, per guadagnare qualcosa di soldi, facendo semplicemente il giocoliere con le sue attrezzature: scimitarre, giocattoli, o lavori di artigianato. Capiamo ora, la dinamica dell’episodio. Dopo che il ragazzo aveva affermato ad un gruppo di Carabineros in servizio di sicurezza che aveva dimenticato i documenti, quest’ultimi gli aveva chiesto di andar insieme al commissariato. Ed a questo punto che Francisco si sarebbe opposto puntando la scimitarra, e uno degli agenti per la paura avrebbe sparato per ”legittima difesa”. Non è finita qui, i testimoni che avevano visto ciò, hanno iniziato a manifestare, arrivando ad incendiare anche il Comune, per loro si è trattato di un ‘’omicidio volontario’’.  

Sponsorizzato

Ultime Notizie

“Giudicate Voi”, domenica 28 febbraio in onda la sesta puntata

Domenica 28 febbraio in onda la sesta puntata di “Giudicate Voi“, popolare talkshow di informazione giornalistica giunto alla quinta edizione. Ospiti di puntata...

Agguato in Congo, le autorità locali sapevano del viaggio dell’ambasciatore Attanasio

E' sempre più fitto il mistero che avvolge l'atroce destino di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci: dopo la loro uccisione il ministero...

Apple VS Altroconsumo, ma… in tribunale

Insieme a Euroconsuumers, il gruppo di organizzazioni di consumatori europee nel gennaio scorso è stato avviato una class action contro Aplle per...

Autostrade, Atlantia: la holding avvia una trattativa

Il cda di Atlantia dopo un'attenta valutazione dell’offerta di Cassa depositi e prestiti-Blackstone-Macquarie di 8 miliardi per l’88% di Autostrade per l’Italia ha reputato...

Commenti recenti