Acquisto di viaggi e prenotazioni: quali diritti far valere?

1. Ho prenotato un volo (o altro servizio di trasporto) ma sono costretto a rinunciare al viaggio, quali sono i miei diritti?
Nel caso in cui il viaggiatore sia impossibilitato a partire per espresso provvedimento dell’autorità o perché si trova in quarantena con sorveglianza attiva ovvero in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva, ha diritto a ricevere il rimborso in denaro o un voucher (da utilizzare entro un anno dall’emissione) di importo pari al prezzo pagato per il titolo di viaggio. È il vettore a poter scegliere tra rimborso in denaro o voucher.
In quanto tempo riceverò il rimborso/voucher?
In primo luogo è necessario comunicare al vettore la propria impossibilità a viaggiare; tale comunicazione dovrà essere effettuata entro 30 giorni dalla cessazione della causa impeditiva, allegando il titolo di viaggio stesso. Entro 30 giorni dalla comunicazione, il vettore dovrà procedere alla corresponsione del rimborso o all’emissione del voucher. 

2. Ho acquistato un titolo di viaggio per partecipare ad un concorso pubblico/ manifestazione/evento, ma questo è stato annullato. Posso ottenere la restituzione di quanto pagato per il viaggio?
Sì; nell’ipotesi in cui un concorso o una procedura di selezione pubblica, una manifestazione, un evento o altra forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, siano stati annullati, sospesi o rinviati dalle autorità, il viaggiatore può ottenere la restituzione del prezzo pagato o l’emissione di un voucher di pari importo valido un anno. È necessario inviare una comunicazione al vettore entro 30 giorni dall’annullamento, sospensione o rinvio del concorso, della procedura selettiva, della manifestazione, dell’iniziativa o dell’evento. 

3. Ho acquistato, dall’Italia, un titolo di viaggio per uno Stato estero, nel quale tuttavia è stato impedito lo sbarco, l’approdo e in generale l’arrivo: ho diritto alla restituzione del prezzo pagato?
Sì, se naturalmente l’arrivo nello Stato estero è previsto durante il periodo di vigenza del divieto. In questo caso il viaggiatore ha diritto a ricevere il rimborso in denaro o voucher (da utilizzare entro un anno dall’emissione) di importo pari al prezzo pagato per il titolo di viaggio. È il vettore a poter scegliere tra rimborso in denaro o voucher. In questo caso, la comunicazione della propria impossibilità ad effettuare il viaggio deve avvenire entro 30 giorni dalla data prevista per la partenza.

4. Ho prenotato un volo (o altra tipologia di trasporto), ma la compagnia lo ha cancellato a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Quali sono i miei diritti?
Se è il vettore a cancellare il volo, si ha diritto al rimborso in denaro o tramite voucher (da utilizzare entro un anno dall’emissione); la scelta è rimessa al vettore. La legge 24 aprile 2020 n. 27 dispone infatti che il voucher assolve gli obblighi di rimborso e non richiede alcuna forma di accettazione da parte del destinatario. 
In quanto tempo riceverò il rimborso/voucher?
La cancellazione del viaggio ad opera del vettore deve essere tempestivamente comunicata al viaggiatore; il rimborso o l’emissione del voucher dovrà essere erogato entro 30 giorni dalla comunicazione.

5. Ho acquistato un volo A/R; la compagnia ha cancellato solo l’andata (o solo il ritorno): quali sono i miei diritti?
Se le tratte sono parte di un’unica prenotazione, la cancellazione della sola andata o del solo ritorno ad opera della compagnia, legittima a ricevere il rimborso o il voucher di ammontare pari al costo dell’intero biglietto. Se il viaggio A/R è invece frutto di due prenotazioni separate, si avrà diritto al rimborso o all’emissione del voucher per la sola tratta cancellata.

6. Ho prenotato un volo per agosto, ma a causa dell’emergenza preferisco non partire. Riceverò il rimborso del biglietto?
La rinuncia volontaria al viaggio, e cioè la rinuncia non determinata da provvedimenti restrittivi delle autorità, non conferisce automaticamente un diritto al rimborso; ciò significa che se avete acquistato una tariffa rimborsabile o flessibile, potete richiedere il rimborso o la modifica del biglietto, alle condizioni della vostra tariffa. Se invece la tariffa non è rimborsabile/modificabile, in caso di rinuncia potete richiedere soltanto il rimborso delle tasse aeroportuali, purché non vengano effettuate le operazioni di check in.  

Tags from the story
Written By
More from Redazione

CALCIO: 14esima, ecco le vittorie

La quattordicesima giornata del campionato di Serie A 2019/20 è iniziata sabato...
Read More