30 Novembre 2022, mercoledì
Home Consulente di Strada Mentire sulla laurea: quando è reato?

Mentire sulla laurea: quando è reato?

Si può andare in carcere per presentarsi in un ufficio del personale e vantare un titolo di studio che non si ha?

Ebbene, un conto è sentirsi chiamare «dottore» e non smentire l’interlocutore e un altro ben diverso è mettere per iscritto che si è «dottore» senza avere mai frequentato l’università.

Il Codice penale prevede il reato di falso in atto pubblico o, per meglio dire, di «falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico». Viene punito «chiunque attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, fatti dei quali l’atto è destinato a provare la verità». La pena è la reclusione fino a due anni.

Non è lo stesso fingersi laureati per poter partecipare a un concorso pubblico che prevede tra i requisiti l’aver conseguito un titolo universitario e farlo nell’ufficio del personale di un’azienda privata. È in casi come il primo che può scattare il reato di falso in atto pubblico, come confermato recentemente dalla Cassazione, cioè quando mentire sulla laurea serve ad avere un posto in un ufficio pubblico.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il disturbo post traumatico da stress: testimonianza di una ragazza

A cura di Marilena Lombardi Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è una forma di disagio che si...

Alla scoperta di Praga

A cura di Ionela Polinciuc Considerata una delle città più belle d’Europa. Attraversata dal fiume Moldava, la città si...

Mobbing: la persecuzione psicologica sul lavoro

A cura di: DI MAMBRO DOLORES- DOCENTE E PEDAGOGISTA “Sei un incapace, non andrai da nessuna parte se lavori in questo...

Tragedia Ischia: Adesso indaga la Procura

A cura di Ionela Polinciuc A poche ore dalla tragica e devastante colata di fango e massi che ha...

Commenti recenti