15 Maggio 2021, sabato
Home Italia Economia Napoli, la protesta dei lavoratori dello spettacolo: «Noi esclusi anche dai bonus»

Napoli, la protesta dei lavoratori dello spettacolo: «Noi esclusi anche dai bonus»

I lavoratori dello spettacolo a Napoli sono scesi davanti al teatro Mercadante per manifestare le difficoltà di un settore completamente paralizzato dal covid19.

 I rappresentanti del Coordinamento Lavoratori Spettacolo spiegano “ serve un’azione forte per accendere  riflettori sul nostro settore per questo abbiamo scelto di riunirci dinanzi a questo teatro.”

Migliaia di lavoratori in questo settore da più di un anno sono rimasti senza un salario, chi non aveva redditi su cui contare non ha potuto più sostenere se stesso e la propria famiglia.

Gli interventi economici di natura emergenziale erogati a colpi di Dpcm sono stati del tutto inadeguati a garantire una stabilità economica degna di questo nome per tutti.

 Il settore sottolinea anche che i bonus distribuiti «con criteri escludenti – spiegano – e sempre al ribasso sono stati una presa in giro per tutte e tutti coloro che in dodici mesi hanno ipotecato anni e anni di lavoro.

Solo poche settimane la Fondazione Lirico sinfonica San Carlo, ha potuto attivare la cassa integrazione per 320 persone, dopo aver percepito l’intero ammontare dei fondi pubblici ad esso destinati.

I lavoratori chiedono che gli anni 2020 e 2021 siano considerati per intero come anni di contribuzione figurativa per tutti i lavoratori e le lavoratrici del comparto, che ci sia progettazione e realizzazione di tutte le misure economiche e non, relative ai protocolli di sicurezza, necessarie a garantire una vera e totale ripartenza del settore.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Più di 70 mila imprese rischiano di chiudere, quasi 20 mila al Sud

Sono a forte rischio di espulsione dal mercato 73.200 imprese italiane tra 5 e 499 addetti, il 15% del totale, di cui quasi...

COMUNICATO STAMPA

PREMIO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE PER LA POESIA E LA NARRATIVA“MARIA DICORATO” L’Associazione Pro(getto) Scena Edition ETS nasce con l’obiettivo...

Draghi:”Bisogna investire sulle donne e sulla possibilità di avere figli”

"Un'Italia senza figli è un'Italia che non crede e non progetta. È un'Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire.

Commenti recenti