14 Aprile 2021, mercoledì
Home Sport Serie A, Benevento choc a Torino. La Juve cade in casa

Serie A, Benevento choc a Torino. La Juve cade in casa

Nella domenica calcistica, giunta alla 28° giornata, clamorosa impresa del Benevento capace di battere la Juve a domicilio. Vittorie esterne anche per Atalanta (a Verona) e Lazio (ad Udine). La Samp ha la meglio sul Torino nello scontro salvezza a Marassi

JUVENTUS-BENEVENTO 0-1
Uno dei risultati più clamorosi della stagione. La Juve cade in casa contro il Benevento allenato dall’ex Filippo Inzaghi. I bianconeri sono rimasti intrappolati e non sono riusciti a concludere alcunché. Nel primo tempo, in verità, era stato assegnato un rigore ai padroni di casa ma l’arbitro Abisso, dopo un controllo al Var, ha giudicato non punibile il tocco con il braccio da parte di Foulon. Anche nella ripresa il possesso palla juventino è stato piuttosto sterile. La sorpresa è arrivata al 69°: pasticcio di Arthur, interviene Gaich e batte Szczesny. Cambia la gara e il risultato non cambia più. Bianconeri agganciati dall’Atalanta e campani a quota 29, fuori dalla zona calda.

HELLAS VERONA-ATALANTA 0-2
Basta un tempo all’Atalanta per avere la meglio sul Verona. Anzi, bastano pochi minuti, dieci per la precisione. Bergamaschi reduci dall’infernale infrasettimanale europea (per tutte le italiane in verità, Roma a parte) e desiderosi subito di riscatto. La svolta al 32° quando un tocco di mano Dimarco in area spinge Pairetto a fischiare il penalty: dal dischetto Malinovskiy non sbaglia. Al 37° la Dea potrebbe chiudere subito il conto ma il tiro di Zapata, solo davanti a Silvestri, si stampa sul palo. Ma è lo stesso colombiano a rifarsi subito. Al 42° supera Lovato in velocità e batte l’estremo difensore scaligero. Le tre sostituzioni di Juric non sortiscono l’effetto sperato. E gli uomini del Gasp realizzano la terza rete con Romero. Ma l’arbitro annulla per un precedente fallo di mano del difensore. L’Atalanta, in totale controllo, colpisce una altro palo con Ilicic al 91°. Il risultato non cambia più. I padroni di casa restano fermi a 38 punti mentre i lombardi riprendono il volo toccando quota 55.

UDINESE-LAZIO 0-1
La Lazio soffre ma riesce ad espugnare la Dacia Arena. Uno a zero firmato Marusic al 37°. Immobile ancora in ombra, si sbatte, conclude ma non trova la rete. Per lui un palo al 68°. Tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo le occasioni migliori per i padroni di casa. Reina deve intervenire in maniera risolutiva su Stryger Larsen poi De Paul colpisce il palo. I biancocelesti sono ora settimi a 49 punti, i friulani a 33 punti sono abbastanza tranquilli
Nell’altra gara del pomeriggio la Sampdoria batte il Torino per 1-0. Meritata la vittoria per gli uomini di Ranieri che realizzano al 25° con Candreva e colpiscono anche un palo esterno con Quagliarella. 
PIERLUIGI CANDOTTI

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Anche in Italia si preparano test per la ripartenza dei concerti

In Spagna sono stati fatti test per far ripartire i concerti  ,a Barcellona si sono tenuti due live di prova, davanti a...

Napoli, la protesta dei lavoratori dello spettacolo: «Noi esclusi anche dai bonus»

I lavoratori dello spettacolo a Napoli sono scesi davanti al teatro Mercadante per manifestare le difficoltà di un settore completamente paralizzato dal...

Riaperture di cinema e teatri, il piano di Franceschini

Il ministro della cultura Dario Franceschini ha illustrato nell’incontro con gli esperti del Comitato tecnico-scientifico, una proposta scritta per riaprire in sicurezza appena sarà...

Calenda a Letta, primarie legittime ma le strade si separano

Enrico Letta segretario del Pd ha rilanciato le primarie per le elezioni amministrative "Le amministrative sono un banco...

Commenti recenti