25 Luglio 2021, domenica
Home Mondo Economia nel Mondo Il fondo russo per gli investimenti diretti trova finalmente l'accordo con l'azienda...

Il fondo russo per gli investimenti diretti trova finalmente l’accordo con l’azienda Stelis Biopharma

Avanti con la produzione dei vaccini contro il covid. In Russia, il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha finalmente trovato un accordo con Stelis Biopharma, azienda biofarmaceutica, dove verranno prodotti in India più di 100 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik V. Nella nota si legge che “Il Fondo russo per gli investimenti diretti e Stelis Biopharma annunciano un partenariato per la produzione e la fornitura di almeno 200 milioni di dosi del vaccino russo contro il covid Sputnik V che consentirà la vaccinazione di 100 milioni di persone”.

Dopo l’India, anche ‘’Le Filippine sono diventate il 52esimo Paese ad aver registrato Sputnik V’’, annunciato sempre dal Rdif. Un’altra notizia importante e che sui media russi riportano: 3.5 milioni di persone, su 145 milioni, hanno ricevuto il vaccino ed entrambi le dose, di questo ne ha parlato il direttore Krill Dmitriev, affermando che il Paese è diventato ‘’leader in Europa per numero di vaccinati contro l’infezione da coronavirus”. Dopo la Russia, a seguirla per un numero alto c’è la Cina, Usa, India e Israele.  

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Green pass tra gioie e dolori: l’economia, forse, riparte

Con l'indice Rt che schizza a 1,26 l'approvazione del green pass è l'àncora di salvezza per numerose attività che hanno sofferto la...

Comunicato stampa: Premio Castello Sotto Le Stelle 2021

Aci Castello. Grande attesa per il Premio Castello Sotto Le Stelle 2021, in programma giovedì 22 luglio alle...

Tokyo: Buongiorno Italia; via alle gare, Malagò parla al Cio

A due giorni dalla cerimonia inaugurale, Tokyo 2020 è già partita con il prologo delle sue gare e a dare il via...

Letta tira dritto sul ddl Zan e il Pd fa muro contro gli attacchi di Renzi

Dalla giustizia al ddl Zan, Matteo Renzi ha ormai messo nel mirino il Partito Democratico e il suo segretario, Enrico Letta.

Commenti recenti