5 Agosto 2021, giovedì
Home Mondo Politica nel Mondo UE, in vigore il Trattato per il disarmo

UE, in vigore il Trattato per il disarmo

E entrato in vigore il Trattato ONU sulla proibizione della armi nucleari-TPNW, il trattato vieta ai 51 stati firmatari l’uso, lo sviluppo, i test, la produzione, la fabbricazione, l’acquisizione, il possesso, l’immagazzinamento, il trasferimento, la ricezione, la minaccia di usare, lo stazionamento, l’installazione il dispiegamento di armi nucleari. Il testo richiede, altresì, ai soggetti aderenti di ripulire le aree contaminate dell’uso o dai test nucleari.

Perché entrasse in vigore, era necessaria la ratifica di 50 stati attualmente è stato firmato da 86 Stati e ratificato da 51.

Questo trattato è il primo strumento di diritto internazionale umanitario giuridicamente vincolante in cui le armi nucleari diventano illegali, anche se gli stati nucleari e i loro alleati non hanno sottoscritto.

L’Italia non ha partecipato a nessuna delle fasi di approvazione e ratifica del trattato anche se la Costituzione recita “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Il nostro paese, nonostante i tanti appelli, compresa la campagna della Croce Rossa Italiana “Nuclear Experience”, finora è rimasto sordo così come lo sono i 9 Stati che possiedono arsenali atomici.

Grande ruolo è stato svolto e svolge il Movimento Internazionale di Croce Rossa, che dal 6 agosto 1945 quando Hiroshima venne rasa al suolo lasciando parzialmente funzionante proprio un ospedale della Croce Rossa, si è sempre battuto per l’eliminazione delle armi nucleari.

Un così importante risultato che è arrivato nel corso di questa terribile pandemia deve farci riflettere perché in caso di attacco nucleare nessun sistema sanitario, nessun governo e nessuna organizzazione umanitaria sarebbe in grado di rispondere adeguatamente ai bisogni sanitari e di assistenza che un esplosione nucleare porterebbe.

Mi piace fare mie le parole di Papa Francesco “… … tutti possiamo contribuire all’avanzamento della pace e della cooperazione multilaterale di cui oggi l’umanità ha tanto bisogno… … l’obiettivo finale dell’eliminazione totale delle armi nucleari diventa sia una sfida sia un imperativo morale e umanitario… …” con l’auspicio che presto anche l’Italia ratifichi e sottoscriva il trattato, per l’inizio di una nuova era a difesa della civiltà e della vita.

Avv. Sabina Vuolo

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Bce: ripresa più forte, tornano investimenti in Ue

L'economia dell'area dell'euro, dopo il recupero nel secondo trimestre, grazie all'allentamento delle restrizioni e al ritmo sempre più forte delle vaccinazioni "procede...

Covid :Rush finale su green pass e scuola. Figliuolo scrive alle Regioni

Rush finale per le norme sul green pass e il piano scuola. Oggi sono in programma alle 11.30 la cabina di regia...

ll lavoratore può rifiutare il licenziamento?

Dal punto di vista sostanziale, il lavoratore non può rifiutare il licenziamento posto che si tratta di un atto unilaterale che il datore di...

Cina: il Covid ritorna a Wuhan, individuati 7 casi

Il Covid-19 ritorna a Wuhan dopo mesi di assenza: sette lavoratori migranti sono risultati positivi ai test e sono stati inviati agli...

Commenti recenti