Separazioni dopo il lockdown

Separazioni dopo il lockdown

A cura dell’avv. Sabina Vuolo

Il lockdown appena vissuto e che in parte continuiamo a vivere ha generato nei singoli cittadini e nelle famiglie un turbamento psicologico  in quanto in un contesto di crisi, la forzata convivenza ha alimentato tensioni già esistenti o latenti  arrecando nuove insofferenze, rabbie e rivendicazioni. Cosicché ci siamo trovati difronte a due scenari, il primo in cui vi sono state coppie in crisi che sono riuscite, paradossalmente, a migliorare il loro rapporto nel segno della collaborazione per il bene dei figli. Per altre, invece, le tensioni hanno reso esplosivi i conflitti. Ora premesso che la separazione personale dei coniugi è un istituto giuridico regolamentato del codice civile art. 150 e ss. , dal codice di procedura e da una serie di norme speciali, che la separazione sospende gli effetti in attesa del divorzio che farà cessare gli effetti civili del matrimonio.

Considerato, altresì, che anche la giustizia si è dovuta arrestare per contrastare l’emergenza epidemiologica e per contenere gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria, l’ unico strumento a disposizione degli operatori del diritto è quello di invitare le coppie ad adottare un comportamento finalizzato ad una responsabilità, ad una  maturità tesa ad ottenere un equilibrio che consenta di giungere ad una separazione scevra da condizionamenti esterni Perché decidere di separarsi è un atto di coraggio

Written By
More from Redazione

Istat: il Paese sta migliorando ma il Sud resta dietro

Dai principali fenomeni economici, sociali e ambientali emerge “un Paese in netto miglioramento...
Read More