8 Maggio 2021, sabato
Home Sport Kristian Ghedina ,dallo sci all'automobilismo: "Promuovo lo sport per disabili, devo molto...

Kristian Ghedina ,dallo sci all’automobilismo: “Promuovo lo sport per disabili, devo molto ad Alex Zanardi”

E’ stato il più grande velocista dello sci italiano, Kristian Ghedina: 13 successi in Coppa del mondo, di cui 12 in discesa. Dopo il ritiro dalle nevi nel 2006, Ghedina, 49 anni, si è dedicato all’automobilismo, ha fatto da “cavia” per lo sviluppo di nuove tecnologie come l’air bag, ha partecipato a corsi e campagne per promuovere lo sport tra le persone diversamente abili. Intervistato da La Repubblica, Ghedina racconta le sue esperienze con la disabilità. “Devo moltissimo-racconta-ad Alex Zanardi: non solo mi ha aiutato a crescere ma anche che il mondo paralimpico non vuole essere commiserato, ma guardato e rispettato per le qualità che mostra e porta in campo. ”

Risultati immagini per kristian ghedina sci

“Non solo, ma è proprio grazie a Zanardi che ho deciso di lasciare lo sci per avvicinarmi all’automobilismoHo iniziato con delle gare nel  Gran Turismo e poi con la Formula 3000. Ho trovato delle similitudini con lo sci: l’adrenalina e nello stesso tempo la capacità mentale di gestire la gara. Da qualche tempo , insieme collaboriamo con SciAbile, una onlus che lavora da più di 15 anni in questo campo e che è nata dalla collaborazione tra BMW Italia e la scuola di sci Sauze d’Oulx Project. L’idea è quella di permettere a persone con varie tipologie di disabilità, fisiche e mentali, di sciare e fare snowboard gratuitamente. Alla fine, siamo noi che impariamo più da loro che loro da noi. Lo dico anche grazie a un’altra esperienza fondamentale, quella di un amico di Cortina anche lui, Fabrizio Zardini, che dopo un un incidente con il deltaplano nel ’90 è diventato paraplegico, due anni dopo era già in pista: sullo slittino dello sci di fondo alle Paralimpiadi di Tignes-Albertville del ’92, mentre a quelle di Salt Lake City nel 2002 ha vinto l’oro sugli sci nel superG e il bronzo in discesa. Come Alex, è uno sportivo nel senso più profondo e completo. Tra le variabili e le molte combinazioni dello sport, quello che conta è sempre la stessa cosa per tutti, abili e diversamente abili: il lavoro, l’allenamento, i sacrifici, la fatica, la passione”.

a cura di Maria Parente

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Covid, Italia sempre più gialla, nessuna regione sarebbe rossa

L'Italia diventa sempre piu' gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa: la Valle d'Aosta dovrebbe, infatti, diventare arancione. Verso un cambio di colore...

COMUNICATO STAMPA:L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA

L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA S.E....

Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende.

La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per "la cedibilità del credito di imposta nell'acquisto...

Giovane uccisa nel Napoletano

Ylenia Lombardo, 33 anni, è stata uccisa a coltellate ieri pomeriggio a San Paolo Bel Sito (in provincia di Napoli). ...

Commenti recenti