28 Maggio 2024, martedì
HomeItaliaResistenza al Premierato: Schlein sfida Meloni sulla Riforma Costituzionale

Resistenza al Premierato: Schlein sfida Meloni sulla Riforma Costituzionale

A cura di Ionela Polinciuc

La segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein, ha lanciato un appello ai suoi senatori affinché utilizzino “corpi e voci” per opporsi fermamente alla riforma costituzionale proposta da Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. Schlein spera che Meloni segua un copione simile a quello che portò alle dimissioni di Matteo Renzi nel 2016.

Schlein ha descritto la proposta di riforma come una legge “fascistissima”, sottolineando il contesto politico attuale caratterizzato dalla presenza di figure come Ignazio La Russa e Giorgia Meloni. La riforma proposta prevede l’elezione diretta del premier e un indebolimento del ruolo del presidente della Repubblica.

La senatrice ha invocato una sorta di “resistenza”, paragonando l’atteggiamento dei suoi senatori al gesto eroico del Tank Man a Tienanmen nel 1989. L’obiettivo è impedire al Senato di approvare rapidamente il testo governativo.

Elly Schlein si è presentata come la “Tank Woman” nella difesa della democrazia, invitando tutti a mobilitarsi per una manifestazione il 2 giugno. I senatori del Partito Democratico hanno adottato un ostruzionismo parlamentare, iscrivendosi in massa per intervenire e prolungare i tempi di discussione.

La battaglia politica è cruciale, soprattutto in vista delle elezioni europee, e il Partito Democratico è convinto che il referendum confermativo sulla riforma costituzionale seppellirà il “premierato” e la sua principale sostenitrice, Giorgia Meloni.

Questa situazione richiama alla mente il referendum del 2016 che portò alle dimissioni di Matteo Renzi. Anche in questo caso, il Partito Democratico vede l’opportunità di una vittoria referendaria per sconfiggere Meloni e il suo progetto di riforma costituzionale.

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, è consapevole dei rischi che questa riforma comporta per il suo incarico. Tuttavia, la proposta di modifica costituzionale è sostenuta solo da una parte della politica italiana, dando inizio a uno scontro politico di ampie proporzioni.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti