8 Dicembre 2021, mercoledì
Home News Il ministero striglia i tribunali

Il ministero striglia i tribunali

Tribunali più veloci a lavorare i depositi telematici: è l’invito del ministero della giustizia formulato agli uffici giudiziari con la circolare 27 giugno 2014 della direzione generale della giustizia civile di via Arenula. La pronta elaborazione dei file è l’unico modo per consentire che i tempi tecnici di registrazione degli atti informatici non rosicchino spazio al tempo da dedicare alla stesura degli atti difensivi da parte degli avvocati. Come segnalato su ItaliaOggi del 2 giugno 2014, se la cancelleria ci mette qualche giorno a lavorare gli atti depositati, l’avvocato avrà un po’ meno tempo per scrivere memorie e comparse e da questo discende una incisione del diritto di difesa. Lo evidenzia anche la circolare in commento, che fornisce consigli operativi all’indomani della pubblicazione del decreto legge 90/2014.

IL CALENDARIO. Dal deposito telematico sono esclusi gli atti introduttivi. Per i procedimenti instaurati a decorrere dal 30 giugno 2014, il deposito degli atti endoprocessuali, provenienti dalle parti costituite o dagli ausiliari del giudice, invece, avviene esclusivamente mediante invio telematico. Per i procedimenti instaurati prima del 30 giugno 2014 è facoltà della parte, fino al 30 dicembre 2014, scegliere se depositare atti e documenti in forma cartacea o mediante invio telematico. Dal 31 dicembre 2014, anche nei procedimenti già pendenti, sarà consentito il deposito di atti endoprocessuali esclusivamente mediante invio telematico.

TEMPI DI LAVORAZIONE. Con il Pct diventa urgente la lavorazione dei depositi telematici: solo con l’accettazione del deposito da parte del cancelliere l’atto entra nel fascicolo processuale e diviene visibile dalla controparte e dal giudice. Quindi è consigliabile che l’accettazione del deposito di atti e documenti provenienti dai soggetti abilitati all’invio telematico sia eseguita entro il giorno successivo a quello di ricezione da parte dei sistemi del dominio giustizia. D’altra parte il decreto 90/2014 ha ridotto l’orario di apertura giornaliera delle cancellerie da 5 a 3 ore e, quindi, il personale può dedicarsi ai depositi telematici.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

La philofobia rallenta la felicità e il benessere generale: ecco la ‘’bestia nera’’ che decide la fine delle relazioni

A cura di Ionela Polinciuc La philofobia rallenta la felicità e il benessere generale: ecco la ‘’bestia nera’’ che...

Ilaria Brunet: Tinge le matasse di lana utilizzando le piante

A cura di Ionela Polinciuc Buongiorno Ilaria, da alcuni anni ti sei appassionata di tintura naturale, ci spieghi da...

Patrick Zaki dalla gabbia degli imputati: ‘Sto bene, grazie Italia’

Si tiene stamattina a Mansura, in Egitto sul delta del Nilo, la terza udienza del processo a carico di Patrick Zaki, lo...

Le mosse dell’Ue per dare ai rider salario minimo e tutele

Il Consiglio Ue sull'Occupazione ha dato il suo via libera per avviare i negoziati su due questioni sociali che potrebbero fare la differenza nel...

Commenti recenti