26 Maggio 2024, domenica
HomeMondoCruscotto con la Mela

Cruscotto con la Mela

L’annuncio di Apple, che porterà il suo sistema operativo mobile sulle auto entro la fine dell’anno, ha le potenzialità per cambiare il mercato. Il nuovo sistema CarPlay collega l’iPhone con il display del veicolo, così da permettere a chi guida di accedere alle mappe del telefono, alla musica e ai messaggi.
La società ha confermato che Ferrari, Mercedes-Benz e Volvo daranno una dimostrazione della nuova tecnologia durante il Salone dell’auto di Ginevra di questa settimana, e si aspetta che molte altre grandi case automobilistiche la utilizzino sulle proprie auto in futuro. Apple ha annunciato che CarPlay sarà disponile nel corso del 2014 su alcuni modelli di auto dei suoi tre partner europei, oltre a Honda, Hyundai e Jaguar.

CarPlay, che richiederà un aggiornamento del sistema operativo attuale iOS 7 e funzionerà su iPhone 5S, 5C, e 5, può essere attivato schiacciando e tenendo premuto un pulsante sul volante. CarPlay utilizza Siri, l’assistente vocale digitale dell’iPhone, che risponde alle richieste attraverso comandi vocali, leggendo ad alta voce i messaggi dell’automobilista e permettendo a chi guida di dettare le risposte o fare una telefonata. L’annuncio è l’ultimo segno di una lotta sempre più intensa tra Apple e il sistema operativo di Google, Android, per controllare le auto connesse, una rivalità che ha già trovato come terreno di scontro centinaia di milioni di smartphone e tablet. Con 80 milioni di nuove auto vendute ogni anno, le automobili rappresentano una nuova significativa opportunità per i software basati su Internet e i servizi, dove Apple e Google sono già in concorrenza.

A gennaio Google ha annunciato la nascita dell’Open Automotive Alliance, un gruppo di case automobilistiche che hanno in progetto di portare Android sulle auto. Le prime auto del gruppo dovrebbero uscire alla fine di quest’anno. Finora, le case automobilistiche stanno collaborando sia con Google sia con Apple per le loro rispettive iniziative.

La spinta di Apple verso le auto è stata in gran parte limitata all’utilizzo di iPhone e iPod attraverso il sistema audio di un’auto. Honda ha introdotto nuovi modelli che permettono all’automobilista di attivare Siri, l’assistente vocale digitale dell’iPhone, grazie a un pulsante sul volante e di poterci parlare usando il sistema audio hands-free dell’auto. Questo permette al conducente di usare l’assistente digitale per leggere e-mail e messaggi in arrivo, controllare il meteo, attivare il sistema di navigazione o inserire gli appuntamenti nel calendario dell’iPhone, tutto tenendo entrambe le mani sul volante.

Lo scorso giugno, Apple ha svelato la sua mossa successiva con l’iniziativa «iOS nell’Auto». L’obiettivo era quello di trasformare l’Phone in una sorta di cervello per il funzionamento dell’elettronica del cruscotto, usando il display integrato dell’auto per interagire con i servizi come le mappe e le informazioni sul traffico. CarPlay è la realizzazione di quella visione attraverso l’uso dei comandi interni dell’auto, ovvero tasti, pulsanti e monitor touch-screen. «CarPlay è stato progettato da zero per fornire a che guida un’esperienza incredibile utilizzando il proprio iPhone in auto», ha affermato Greg Joswiak, vicepresidente di Apple e iOS product marketing.

Apple ha iniziato a muoversi nel mondo delle auto con iPod. Quando il lettore di musica digitale ha cominciato a sostituire i lettori di compact disc, diventando il primo strumento utilizzato per ascoltare la musica, gli automobilisti si sono attrezzati con accessori di fortuna per portare l’iPod nella macchina. Nel 2004 Apple si è unita a Bmw per introdurre auto dotate di un cavo per collegare l’iPod al sistema audio della vettura. Oggi Apple dichiara che il 95% delle nuove auto hanno già incorporato un supporto base per riprodurre e regolare la musica da un dispositivo iOS, ovvero qualsiasi iPod, iPhone o iPad che utilizza il sistema operativo mobile della società fondata da Steve Jobs.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti