15 Maggio 2021, sabato
Home Italia Economia Mayassa Al-Thani: è una donna (e col velo) la più potente dell’Arte

Mayassa Al-Thani: è una donna (e col velo) la più potente dell’Arte

Si è aggiudicata il primo posto nella classifica stilata da ArtReview delle persone più importanti ed influenti nel campo dell’Arte. È una donna, è araba eporta il velo eppure tutti “colleghi” maschi hanno il terrore di trovarsela accanto durante un’Asta o un acquisto importante. Si chiama Al-Mayassa bin Hamad bin Khalifa Al-Thani, o più semplicementeMayassa al Thani, figlia dell’emiro Hamad Al Thani, ex sovrano premier del Qatar. Una famiglia reale, quella di Mayassa, con la mamma, la sceicca Mozah, beneficiata tra le altre cose della «gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana» e con il fratello Tamin nuovo padre padrone del piccolo Stato che, come scrive Fabio Cavalera sul Corriere della Sera“sposta i suoi capitali da Doha a Londra (banche e Harrods), a Parigi, a Milano (il 40 per cento del progetto Porta Nuova) e in Costa Smeralda“.

Una famiglia ricca, ricchissima, con capitali in lungo e in largo e di tutte le fattezze. Basti pensare al papà di Mayassa, che in pochi anni si è portato a casa investimenti quali la squadra di calcio Paris Saint Germain, i grandi e lussuosi magazzini Harrod’s, tutti gli Hotel della prestigiosa Costa Smeralda, la Porsche (e mica una macchina, ma tutta l’azienda perché le cose se si fanno, si fanno bene) e niente meno che una grossa quota nella famosa gioielleria Tiffany. Insomma, mica bruscolini.

Mayassa ha da sempre un debole per l’arte e ha messo “in riga” anche i più potenti mecenati mondiali sbaragliando la concorrenza portandosi le più esclusive ed ambite opere d’arte.

Certo, che i soldi abbiano aiutato molto non c’è da discutere. Risale a maggio del 2012 uno dei suoi ultimi “colpi grossi” quando si è aggiudicata niente meno che “I giocatori di carte” diCézanne sborsando 250 milioni di dollari ma da Rothko a Damien Hirst, passando perPicasso, Mirò, Bacon e Warhol la lista delle opere esclusive entrate in possesso della famiglia Al-Thani grazie a lei è lunga.

Opere che,“andranno a impreziosire Doha. La sceicca Al-Mayassa si è presa a cuore il progetto musei nel Qatar, non trascurando di finanziare esposizioni anche alla Tate di Londra” perché, come ha spiegato una volta, “l’arte abbatte i preconcetti, unisce, aiuta a capire“.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Più di 70 mila imprese rischiano di chiudere, quasi 20 mila al Sud

Sono a forte rischio di espulsione dal mercato 73.200 imprese italiane tra 5 e 499 addetti, il 15% del totale, di cui quasi...

COMUNICATO STAMPA

PREMIO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE PER LA POESIA E LA NARRATIVA“MARIA DICORATO” L’Associazione Pro(getto) Scena Edition ETS nasce con l’obiettivo...

Draghi:”Bisogna investire sulle donne e sulla possibilità di avere figli”

"Un'Italia senza figli è un'Italia che non crede e non progetta. È un'Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire.

Commenti recenti