8 Agosto 2022, lunedì
Home L'Opinione Prof.ssa Susanna Petrassi al fianco dell'Accademia A.U.G.E in Parlamento Europeo

Prof.ssa Susanna Petrassi al fianco dell’Accademia A.U.G.E in Parlamento Europeo

A cura di Ionela Polinciuc

Il Prof. Avv. Giuseppe Catapano, Rettore dell’Accademia Universitaria degli Studi Giuridici Europei, dopo aver ottenuto recentemente il prestigioso riconoscimento a Le Fonti Awards, il più importante premio italiano per il settore economico, chiude l’anno accademico in Parlamento Europeo.In sintesi, l’Accademia A.U.G.E può affermare con buona approssimazione che i corsi offerti per la formazione e la specializzazione, siano il modo migliore per aprirsi un varco nel mondo del lavoro passando dalla porta principale. Inoltre, nella maggior parte dei casi sono le stesse aziende a richiedere, o comunque privilegiare in sede di selezione del personale, delle candidature comprensive di specializzazione.Infatti, il 21 luglio scorso, in occasione di conclusione dell’anno accademico, il rettore Catapano ha voluto ricordare un argomento molto attuale: ” La rete Universitaria in Europa ed i progetti a sostegno , quelli che ci sono e quelli che ci saranno.L’evento si è svolto presso la sede di Roma del Parlamento Europeo con la partecipazione di tanti professionisti: avvocati, commercialisti, politici, figure importanti che insieme al Prof. Catapano portano avanti il tema delicato dell’affermazione della specializzazione nell’ambito delle professioni.La laurea breve può garantire un buon posto di lavoro, ma spesso è soltanto il punto di partenza per approfondire il campo di studi intrapreso. Per questo motivo è importante conseguire un master, che inoltre incrementa almeno del 20% le possibilità di trovare un impiego nei dodici mesi successivi. Però, grazie all’Accademia Auge, trentamila professionisti possono vantare un riconoscimento di qualità e di specializzazione che li distingue, sempre nel settore reciproco, dalle altre professioni economiche attualmente ordinariamente regolamentate. C’è grande differenza tra le aspettative dei giovani di oggi e quelle dei teenagers negli anni 60-90. Eppure nel 19° secolo non sono mancati periodi di grave crisi economica, come per esempio quella petrolifera alla fine degli anni 70, l’inflazione galoppante che ha caratterizzato gli ultimi 30 anni del 1900 o ancora il ricordo del prelievo forzoso che venne effettuato dai conti correnti degli italiani nel 1992 per sanare il deficit dello Stato. Eppure, nonostante le evidenti difficoltà, i giovani di allora avevano una aspettativa positiva rispetto ai millennials. Al riguardo, la Prof.ssa Susanna Petrassi ha dichiarato: ” Mi associo al discorso del Prof. Giuseppe Catapano, magnifico Rettore dell’A.U.G.E che ha detto: ”servono i sogni” e lui è uno che di sogni ne ha tanti e poi li mette in pratica. I giovani di oggi sono impediti. Bisogna vivere la vita più all’esterno e di dimenticare qualche volta il telefonino.”

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Oroscopo lunedì 8 agosto 2022

                                   

Oroscopo domenica 7 agosto 2022

                      Ariete (21 marzo-19 aprile)

Oroscopo sabato 6 agosto 2022

                  A CURA DI TELEBLULANOTTE Ariete (21 marzo-19 aprile)

Soverato, “picchiata perché ho chiesto di essere pagata”.

Ha chiesto di essere retribuita per il lavoro prestato come lavapiatti, ma ha ricevuto una vera e propria aggressione fisica con schiaffi...

Commenti recenti