28 Settembre 2022, mercoledì
Home Consulente di Strada Rinnovo contratto a termine: a quali condizioni?

Rinnovo contratto a termine: a quali condizioni?

Un contratto lavorativo può essere prorogato o rinnovato, però bisogna distinguere tra proroghe e rinnovi: in caso di proroga, il rapporto prosegue senza soluzione di continuità, mentre per i rinnovi bisogna rispettare un periodo di pausa, detto periodo cuscinetto, pari a 10 giorni dalla scadenza di un contratto di durata fino a 6 mesi, 20 giorni dalla scadenza di un contratto di durata superiore a 6 mesi. 

Il rinnovo del contratto a termine deve essere sottoscritto dal dipendente e devono essere sempre indicate le causali.

Le causali sono le motivazioni per cui un contratto di lavoro può essere prorogato. La normativa sul contratto a termine prevede le seguenti causali: esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività, oppure esigenze di sostituzione di altri lavoratori; esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria; specifiche esigenze individuate dai contratti collettivi di lavoro (causale introdotta dal decreto Sostegni bis). Ci sono alcune situazioni in cui non è necessario indicare le causali, quali ad esempio se il contratto a termine stipulato è stagionale oppure per le start up innovative, per 4 anni dalla costituzione, oppure per il più limitato periodo previsto per le start up già esistenti.In base alla normativa Covid, è possibile, sino al 31 dicembre 2021, prorogare o rinnovare contratti a tempo determinato, senza indicare causali per un periodo massimo di 12 mesi, per una sola volta o nel rispetto di durata massima di 24 mesi. 
Inoltre, per prorogare o rinnovare il contratto, è necessario un consenso scritto del lavoratore. 
Il limite massimo di durata di un contratto a termine è di 24 mesi, indipendentemente dai periodi di interruzione tra un contratto e l’altro. Il limite di 24 mesi non è applicato a contratti stagionali né a contratti a termine aventi ad oggetto, in via esclusiva, lo svolgimento di attività di ricerca scientifica.Il limite di 24 mesi può essere derogato, aggiungendo ulteriori 12 mesi tramite la cosiddetta deroga assistita.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Bollette: Unc, stangata in arrivo, Governo intervenga

COMUNICATO STAMPA DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DEL 28-09-22 Bollette: Unc, stangata in arrivo, Governo intervenga "La denuncia...

Rc auto: Ivass, prezzo cala a 352,9 euro

COMUNICATO STAMPA DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DEL 28-09-22 Rc auto: Ivass, prezzo cala a 352,9 euro Unc:...

Mafia, operazione ‘Sangue blu’: 30 arresti in tutta Italia

In una vasta operazione antimafia, duecentocinquanta carabinieri del Comando Provinciale stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale etneo,...

SINOSSI NON CI RESTA CHE RIDERE

A cura di Antonio Formisano Lo spettacolo di GIGI ATTRICE, vuole essere un viaggio artistico alternato da romanzi di...

Commenti recenti