15 Maggio 2021, sabato
Home Mondo Cronaca nel Mondo India: non si arresta l’emergenza covid

India: non si arresta l’emergenza covid

In India per il quinto giorno consecutivo nel Paese si registrano oltre 300 mila nuovi contagi in 24 ore. I nuovi casi in un giorno sono stati 352.991, un dato che supera il record globale segnato il giorno precedente I decessi sono 2.812. 

Il Karnataka, lo Stato indiano in cui la pandemia corre più veloce, entra in lockdown da domani per quindici giorni.

Il governatore Yediyurappa ha annunciato oggi che tutti gli spostamenti saranno proibiti e che nemmeno i mezzi pubblici saranno autorizzati a muoversi.   

   Il problema più serio nell’emergenza che l’intera India sta vivendo ovunque in queste ore è la mancanza di ossigeno: nello Stato del Tamil Nadu, una riunione di tutti i partiti ha deciso all’unanimità di riattivare lo stabilimento della Sterlite, chiuso dal 2018 perché inquinante, per produrre ossigeno, per almeno quattro mesi.

 Sia gli Stati Uniti che il Regno Unito hanno offerto aiuti immediati.

Boris Johnson ha fatto sapere che nove aerei carichi di ventilatori, ossigeno e di dispositivi di protezione sono già in volo verso l’India.
   

 I giudici dell’Alta Corte di Madras, questa mattina hanno puntato il dito contro la Commissione Elettorale sostenendo che l’organismo indipendente, che non ha bloccato le elezioni in cinque grandi Stati del Paese, è responsabile della diffusione del contagio, e “dovrebbe essere incriminata per assassinio”. 
   

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Più di 70 mila imprese rischiano di chiudere, quasi 20 mila al Sud

Sono a forte rischio di espulsione dal mercato 73.200 imprese italiane tra 5 e 499 addetti, il 15% del totale, di cui quasi...

COMUNICATO STAMPA

PREMIO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE PER LA POESIA E LA NARRATIVA“MARIA DICORATO” L’Associazione Pro(getto) Scena Edition ETS nasce con l’obiettivo...

Draghi:”Bisogna investire sulle donne e sulla possibilità di avere figli”

"Un'Italia senza figli è un'Italia che non crede e non progetta. È un'Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire.

Commenti recenti