15 Gennaio 2021, venerdì
Home Italia Politica Covid, zona gialla "rafforzata" nei feriali e zona arancione nei week end

Covid, zona gialla “rafforzata” nei feriali e zona arancione nei week end

Il prossimo decreto è oramai vicino per stabilire le nuove misure restrittive per i giorni successivi all’Epifania. Una zona gialla ‘rafforzata’ nei giorni feriali – con il divieto di spostamento tra le regioni e la conferma della regola che prevede la possibilità di spostarsi verso un’altra abitazione nella regione per massimo due persone – e una zona arancione nel fine settimana

E’ questa, secondo quanto si apprendel’impostazione del nuovo decreto che andrà in Consiglio dei ministri e sarà in vigore fino al 15 gennaio. Il testo prevede anche l’abbassamento della soglia dell’Rt che fa scattare il posizionamento nelle diverse fasce e che sarà in vigore da lunedì 11: con Rt ad 1 si andrà in zona arancione e con l’Rt a 1,25 in zona rossa.

“Dal 7 al 15 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. E’ comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma”. E’ quanto prevede la bozza del nuovo decreto sulle misure anti-Covid che sarà sul tavolo del Cdm. Nella bozza si conferma che, per il weekend del 9-10, tutta l’Italia sarà in fascia arancione con le stesse eccezioni, negli spostamenti tra i Comuni, previste per le feste natalizie.

LIMITE DI 2 PERSONE VERSO ALTRE CASE, COPRIFUOCO ALLE 22. “È consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi”. E’ quanto si legge nella bozza del decreto sulle nuove misure anti-Covid tra il 7 e il 15 gennaio. Il dl sarà sul tavolo del Cdm.

Resta il nodo scuole superiori. Il governo vuole riaprire il 7, ma le Regioni vanno in ordine sparso. Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno deciso lezioni a distanza fino al 31 gennaio, in Campania aule chiuse fino all’11. In Toscana si riparte il 7. 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Cartelle esattoriali, firmato nuovo stop fino a 31 gennaio

Stop all’invio delle cartelle esattoriali e di altri atti fiscali fino al 31 gennaio. Il consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che, si legge nella...

Serie A, 18^ giornata: si parte con Lazio-Roma

La 18^ giornata di campionato si apre con il derby di Roma. Alle 20:45 allo stadio Olimpico sarà tempo di Lazio-Roma. Sarà anche la prima volta che Lazio...

L’Ue finanzia raccolta plasma iperimmune in Italia: sul tavolo 7 mln di euro

Via libera dalla Commissione Europea ad un finanziamento di oltre 7 milioni di euro destinato a supportare i servizi trasfusionali italiani che...

Vaccino Covid, Italia a quota 1 milione : secondi in Ue

L’Italia è ormai prossima alla quota di un milione di vaccinazioni Covid somministrate. Il traguardo sarà superato nella giornata odierna considerando che,...

Commenti recenti