26 Novembre 2020, giovedì
Home Sport Serie A, le probabili formazioni della quinta giornata

Serie A, le probabili formazioni della quinta giornata

La quinta giornata di Serie A è iniziata con l’anticipo del venerdì tra Sassuolo e Torino, finita 3-3. Ecco la nostra panoramica sulle probabili formazioni delle rimanenti partite.

GENOA-INTER, sabato ore 18

Genoa, tamponi negativi per (quasi) tutti

Torna l’abbondanza in casa rossoblù. Ai box, causa positività al tampone resta il solo Males; per tutti gli altri esito negativo e (teorica) disponibilità in vista della gara contro l’Inter. Maran quindi non avrà reparti ‘obbligati’ anche se i guariti potrebbero accomodarsi tutti in panchina. In difesa favorito Zapata. A centrocampo torna Behrami con Rovella, al momento, confermato nell’XI di partenza. Davanti ci sarà sicuramente Pandev ma il suo compagno di reparto potrebbe cambiare nuovamente con Scamacca che prova ad insidiare Shomurodov.

Inter, Eriksen in pole. Dubbio Hakimi

La notizia della positività di Hakimi era arrivata poco prima della Champions. L’ex Borussia Dortmud però è risultato negativo al doppio tampone e ha raggiunto la squadra a Genova ma le autorizzazioni non sono ancora arrivate. Favorito d’obbligo resta comunque Darmian. Conte ritrova Bastoni, Nainggolan e Sensi. Il primo partirà dal primo minuto, il terzo si gioca una maglia da titolare. Kolarov quindi si accomoderà in panchina. Novità per quel che riguarda la trequarti: maglia da titolare pronta per Eriksen. Dietro può scoccare l’ora di Ranocchia mentre in mediana riposa Barella

LAZIO-BOLOGNA, sabato ore 20:45

Lazio, non convocato Milinkovic-Savic. Pronto Akpa-Akpro

Inzaghi ritrova Immobile dopo la squalifica. Re Ciro deve ancora però conoscere il suo compagno di reparto visto che il ballottaggio a tre è aperto: al momento c’è in leggero vantaggio Correa su Caicedo e Muriqi ma le cose possono cambiare in ogni momento. In mediana non figura tra i convocati Milinkovic-Savic: pronto Akpa-Akpro. Sulle corsie esterne di centrocampo favoriti Fares e Marusic con Lazzari che dovrebbe tornare a disposizione. In porta ci sarà Reina: Strakosha non convocato.

Bologna, Mihajlovic può rilanciare Sansone

Visto il ‘roster’ ancora privo di 4 elementi, Mihajlovic, in certi reparti, ha chiaramente meno opzioni. De Silvestri è recuperato: Mbayè resta in pre allarme ma l’ex Torino va verso una maglia da titolare. Cosa che non può dire Dominguez che deve vicere il ballottaggio con Schouten. In attacco attenzione a Sansone che ha buone chance di essere nell’XI titolare. Con l’italo-tedesco in campo, possibile panca per Palacio con Barrow che andrebbe a fare la prima punta.

CAGLIARI-CROTONE, domenica ore 12:30

Cagliari, Godin in dubbio

Un problema all’adduttore potrebbe tenere ai box Diego Godin. L’argentino, da vero lottatore, farà di tutto per esserci ma nel caso è pronto Klavan. A sinistra occhio alle chance di Tripaldelli. La doppietta contro il Torino dovrebbe essere un’assicurazione di titolarità più che sicura per Simeone che deve sempre difendersi dall’attacco di Pavoletti. Sottil e Joao Pedro sono in pole per completare il pacchetto avanzato.

Crotone, Riviere scalpita

Pochi cambi in vista per Stroppa rispetto alla sfida pareggiata con la Juventus. Indisponibile il solo Dragus, positivo al Covid-19. Molina, salvo soprese, ci sarà ma non si sa ancora se da esterno o interno di centrocampo. Riviere torna a disposizione ma non è detto che parta dal primo minuto. Dovesse farcela, Messias scalerebbe a centrocampo. A proposito di mediana, c’è Benali pronto per giocarsi una maglia da titolare.

BENEVENTO-NAPOLI, domenica ore 15

Benevento, la sfida tra fratelli dipende da Inzaghi

Prima Roma e poi Napoli. Non è di certo la settimana più tranquilla per Filippo Inzaghi e il suo Benevento. Alle porte c’è il derby con una possibile sfida nella sfida dato che potrebbero affrontarsi i fratelli Insigne (e SuperPippo sa bene cosa vuol dire giocare contro il proprio fratello). Roberto però deve sgomitare per tornare ad essere titolare: dopo l’ultima rifinitura però sono in discesa le quotazioni di Iago Falque. In mediana ballottaggio Hetemaj-Dabo mentre in difesa potrebbe rivedersi Maggio. Buone nuove da Nicolas Viola che a breve dovrebbe tornare in gruppo.

Napoli, torna Insigne. Chance per Petagna?

La sconfitta in Europa Laegue non deve ‘pesare’ sulla testa del Napoli impegnato a Benevento. Forse Gattuso, in caso di vittoria in Europa, avrebbe pensato ad un turnover un po’ più massiccio ma non è escluso che qualche cambio rispetto al solito ci sia. In attacco si rivedrà Insigne con Politano probabilmente destinato alla panchina. Osimhen è insidiato da Petagna. A centrocampo Lobotka spera di riconquistarsi una maglia da titolare. Dietro invece sono in tanti a lottare per un posto dall’inizio. Mario Rui, Hysaj, Di Lorenzo con l’albanese che è in ballottaggio su entrambe le corsie.

PARMA-SPEZIA, domenica ore 15

Parma, Cornelius c’è

Una buona notizia in casa Parma: Liverani potrà tornare a contrare su Andreas Cornelius. La lista di indisponibili rimane davvero lunga tra infortunati e positivi al Covid-19. Difesa praticamente obbligata con Pezzella e Laurini sulle corsie esterne. In mezzo occhio a Cyprien mentre il duo d’attacco sarà ancora formato da Gervinho e Cornelius che viene quindo buttato subito nella mischia. Possibile la staffetta con Karamoh.

Spezia, dubbi in tutti i ruoli

Ci sono da risolvere un po’ di ballottaggi tra i liguri. La squadra che affronterà il Parma potrebbe avere la difesa confermata rispetto alla sfida contro la Fiorentina ma c’è dell’Orco che insidia Bastoni mentre in porta è duello tra Provedel e Rafael. Qualche cambio dovrebbe esserci tra centrocampo e attacco. Nzola può esordire dal primo minuto mentre Farias se la gioca con Verde. Pobega e Bartolomei reclamano spazio in mediana. Acampora e Deiola potrebbero conservare il posto mentre a rischiare è Ricci.

FIORENTINA-UDINESE, domenica ore 18

Fiorentina, Callejon dall’inizio?

Sono fondamentalmente tre le domande che cercano risposte in casa Fiorentina. Primo: le condizioni di Pezzella. Il capitano non sta benissimo ma proverà a stringere i denti e quindi possibile vederlo dal 1′. A destra Callejon o Lirola? L’ex Napoli un po’ di minuti nelle gambe li ha messi e ha avuto una settimana per affinare l’intesa con schemi e compagni. Ad oggi potrebbe essere lui il titolare. In attacco invece c’è sempre tanto traffico: ancora Vlahovic o ennesime rotazioni con Kouamé o Cutrone? Ballottaggio a tre ancora apertissimo ma con Kouamé in leggero vantaggio.

Udinese, Pussetto spera nella promozione

Ci potrebbero essere un po’ di novità in casa Udinese, rispetto alla formazione iniziale vista settimana scorsa. Sulla corsia di destra c’è ballottaggio tra Molina e Ter Avest. In mezzo invece reclama spazio Walace che è in ballottaggio con Arslan. Rotazioni anche in attacco? L’ingresso contro il Parma di Deulofeu e Pussetto è stato decisamente buono. A questo punto a rischiare è Okaka con Deulofeu leggermete favorito su un Pussetto che spera che il gol vittoria di settimana scorsa possa farlo rientrare seriamente in un ballottaggio a 3 per una maglia da titolare.

JUVENTUS-VERONA, domenica ore 20:45

Juventus, Dybala-Morata davanti

Buone notizie per Pirlo: tamponi negativi per tutto il gruppo squadra, che ha terminato l’isolamento fiduciario. Guarito McKennie, ora resta soltanto da aspettare il via libera per Ronaldo, che spera di poter tornare per la sfida con Messi in Champions. Per quel che riguarda la formazione di domenica sera, in porta tornerà Szczesny mentre con Chiellini ko, toccherà a Demiral. In attacco Dybala è pronto a fare finalmente il suo esordio da titolare, come annunciato da Pirlo in conferenza stampa. Farà coppia con Morata, con Ramsey trequartista. Chiesa è squalificato: sulle fasce Cuadrado e Frabotta. Kulusevski dovrebbe partire dalla panchina.

Verona, rebus attaccante

Ancora un bel po’ di assenti nella difesa del Verona che non dovrebbe cambiare rispetto alla sfida pareggiata 0-0 contro il Genoa. In mediana c’è da verificare il recupero di Veloso mentre in attacco la situazione è più ingarbugliata: Zaccagni, Ilic, Colley e Salcedo sono tutti in lizza per i due posti dietro alla punta centrale e anche il terminale offensivo è un punto di domanda: Di Carmine c’è, Favilli si candida mentre Kalinic spera anche se la forma dell’ultimo arrivato non è ancora al top.

MILAN-ROMA, lunedì ore 20:45

Milan, Rebic out. Calhanoglu prova il super recupero

Novità importanti in casa Milan. Dopo la vittoria in Europa League, la capoclassifica vuol continuare anche la marcia vincente in campionato. Ante Rebic non riesce a recuperare e non sarà a disposizione. Occhio però a Calhanoglu: l’infortunio avrebbe dovuto tenerlo ai box per qualche partita ma da Milanello arriva la notizia di un tentativo di recupero lampo del numero 10: la caviglia fa meno male e il giocatore sta sostenedo terapie e doppio allenamento tutti i giorni. Non è quindi escluso che possa andare almeno in panchina contro la Roma. Al suo posto, nell’XI titolare, favorito Brahim Diaz.

Roma, Mancini positivo: Cristante in difesa

La positività di Gianluca Mancini, unita a quella del difficile recupero di Smalling, obbliga Fonseca ad arretrare Cristante nei tre di difesa assieme a Ibanez e Kumbulla. L’alternativa sarebbe una linea a 4 come visto a Benevento, ma il portoghese ha provato a mantenere il 3-4-2-1 con Pellegrini a centrocampo al fianco di Veretout. Sulle corsie esterne Karsdorp e Spinazzola. 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

El Pibe de oro se ne va: inaspettata la morte di Diego Maradona

La notizia inaspettata che stronca di dolore il cuore dei tifosi di tutto il mondo ed in particolare della città di Napoli...

Dove andare in vacanza a Natale?

Con il nuovo Dcpm, finalmente scopriremo se possiamo viaggiare in Italia e all’Estero oppure no. Dunque se amate viaggiare nel periodo Natalizio,...

India, salvato un elefante da un pozzo di 17 metri

Ora vi racconteremo un particolare episodio che è successo all’elefante. Sfortunatamente è caduto in un pozzo da 17 metri e per salvarlo...

Il sito ‘Rimborso al volo’, a Natale? ancora perdite per il turismo

Ancora non buone notizie per l’economia italiana, per il nuovo dcpm ci aspettiamo anche un’apertura delle regioni non per questo però migliorerebbe...

Commenti recenti