Roma, Friedkin: offerto un terzo del valore di mercato delle azioni

Una società “miraggio”, la As Roma, per quanto riguarda le quotazioni in borsa: in questo strano agosto calcistico con competizioni ufficiali ancora in corso (dalla Champions alla serie B) le quotazioni dell’As Roma continuano a rimanere molto distanti dal prezzo dell’Opa residuale conseguente all’offerta del magnate texano Dan Friedkin sulla quota di controllo di James Pallotta. Il pacchetto di maggioranza è stato pagato poco più di 63 milioni di euro (più l’impegno a sostenere l’aumento di capitale già deliberato per 150 milioni e al rimborso dei prestiti della gestione precedente), pari a 11,65 centesimi ad azione.

E questo è il prezzo dell’Opa residuale sul flottante quotato in Borsa, pari al 13% del capitale. Se Friedkin riuscirà a salire sopra il 90% del capitale, le azioni verranno tolte dal listino; se non ci riuscirà, il club giallorosso continuerà ad essere quotato in Borsa, dove sbarcò nel 2000, subito dopo la vittoria del campionato della Lazio e agli albori di una stagione, la 2000-01, che l’avrebbe visto trionfare in campionato.

Written By
More from Redazione

Coronavirus: l’economia cinese tende a risalire

Con Pechino città quasi vuota, a causa del coronavirus, i partner commerciali...
Read More