Covid19: terzo operatore sanitario si lancia dalla finestra di un ospedale, aperta un’indagine

In Russia, all’Ospedale Novousmanskaya  un operatore sanitario, che era risultato positivo al covid19, è precipitato da una finestra riportando una frattura cranica.

L’uomo  37enne insieme a un collega aveva denunciato il primario dell’ospedale del villaggio Vovaya Usman perché lo aveva costretto a lavorare nonostante la sua condizione. Non solo hanno affermato che bella struttura non c’erano abbastanza dispositivi di protezione per gli operatori sanitari. 

Ora la polizia ha deciso di aprire un’indagine sull’incidente che ha coinvolto l’uomo. Purtroppo, non è la prima persona, anche altri due colleghe dottoresse, una in Siberia e l’altra a Mosca sono morte dopo essere precipitate dalle finestre dei rispettivi ospedali.

Ma secondo le autorità si tratterebbero di tragici incidenti. La prima, secondo i media, aveva diffuso il contagio presso il centro di addestramento per cosmonauti e quindi dopo essere risulta positiva si sarebbe tolta la vita. La seconda invece, è caduta dal quinto piano mentre parlava con cui alcuni funzionari della sanità pubblica.

Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Presentata la nuova ‘Ferrari Roma’

La Ferrari Roma è stata presentata ai clienti nel corso di un...
Read More