18 Settembre 2021, sabato
Home Consulente di Strada Bilancio 2020: ecco le agevolazioni per gli agricoltori

Bilancio 2020: ecco le agevolazioni per gli agricoltori

Quali agevolazioni per l’agricoltura nella Legge bilancio 2020?

La legge di bilancio 2020 appena approvata definitivamente e in attesa di pubblicazione in Gazzetta ufficiale  prevede alcune misure agevolative per l’agricoltura sia nuove che  prorogate dagli anni passati. Vediamo quali sono:

Esonero contributivo  under 40 . Viene prorogata la norma della legge di bilancio 2018 che prevedeva meno contributi  per i giovani agricoltori sotto i 40 anni che  si iscrivono per la prima volta alla previdenza agricola nel 2020.  E’ previsto infatti  l’esonero dal versamento dell’accredito contributivo a favore dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali, con età inferiore a quarant’anni, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche. Nelle istruzioni operative dell’anno scorso  lo sgravio  riguardava  la quota assicurativa per l’invalidità vecchiaia e superstiti( IVS) e il contributo addizionale, ed  era riconosciuto per 5 anni in misura scalare mentre restava dovuto il premio INAIL e il contributo di maternità.

Fondo per gli investimenti innovativi delle imprese agricole  –   E’ istiuito un Fondo   di 5 milioni per il 2020 per favorire gli investimenti in innovazione nel settore agricolo. In particolare  ha lo scopo di sostenere gli acquisti di beni strumentali nuovi e di software. Sarà un decreto interministeriale (MEF e Politiche agricole) a dettare le regole per l’accesso .

Risultato immagini per agricoltori"

Proroga esenzione IRPEF redditi dominicali e agrari   –  Si riconferma l’esenzione ai fini IRPEF  dei redditi dominicali e agrari relativi ai terreni dichiarati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola ( legge 232/2016). La norma prevede poi  anche che  dal 2021  i redditi  i questione concorrano alla formazione della base imponibile ai fini IRPEF nella misura del 50 per cento.

Determinazione  reddito degli imprenditori agricoli florovivaistici  –  Al comma 225 della legge di bilancio 202o si prevede un nuovo metodo di determinazione del reddito d’impresa per gli imprenditori agricoli florovivaistici: per le attività dirette alla commercializzazione di piante vive e prodotti della floricoltura acquistate da imprenditori agricoli florovivaistici, nei limiti del 10 per cento del volume di affari, da altri imprenditori agricoli florovivaistici, il reddito è determinato applicando all’ammontare dei corrispettivi  il coefficiente di redditività del 5 per cento.

Vengono inoltre incentivate le nuove imprese femminili e le attività in cambpo di coltivazioni biologiche con finanziamenti e  crediti d’imposta ad hoc.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Alitalia pubblica il bando per la cessione del marchio

Parte la gara per la cessione del brand Alitalia. La società in amministrazione straordinaria ha infatti pubblicato su diversi quotidiani l'invito agli...

Cos’è il contratto di locazione a canone libero ?

La tipologia contrattuale più usata per le locazioni ad uso abitativo è il contratto c.d. "a canone libero", così chiamato perché le parti...

Covid: continua a scendere l’indice Rt in calo anche i ricoveri e le terapie intensive

Continua a scendere, nel periodo 25 agosto - 7 settembre 2021, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici che è stato pari a...

Teano: cornice di un set cinematografico

Ottobre 2021 si concluderà la prima puntata della serie TV:  "To te conquest of Love", scritta e diretta da Cucciniello Michele.

Commenti recenti