13 Aprile 2021, martedì
Home Consulente di Strada Controllo minori: posso  rivolgermi a un investigatore privato 

Controllo minori: posso  rivolgermi a un investigatore privato 

Controllo minori: posso  rivolgermi a un investigatore privato

Risponde il Prof.Giuseppe CatapanoRisultati immagini per genitori controllo minori

 

La maggior parte delle persone pensa che l’attività di un investigatore privato riguardi soltanto questioni di infedeltà coniugale o indagini aziendali. Tuttavia, una branca del mestiere del detective è interessato al controllo e alla tutela dei diritti dei minori. Da questo punto di vista, la legge italiana lo consente, specificando che  l’investigatore privato è autorizzato “a scoprire e documentare il comportamento del giovane, anche per fatti che possono essere illustrati in sede giudiziaria”.

I casi per i quali i genitori possono affidarsi a un’agenzia di investigazioni private per controllare il proprio figlio sono molti e spaziano dal mancato rispetto degli obblighi scolastici alle frequentazioni sbagliate, dal bullismo all’abuso di alcol e droga. In queste situazioni il genitore si trova spesso all’oscuro dei comportamenti del giovane, ma magari nutre dei sospetti. Nella fase adolescenziale, i figli tendono a nascondere ciò che fanno ai propri genitori. Mamma e papà possono rivolgersi a un investigatore privato qual’ora sorgano forti dubbi sul comportamento del figlio, al fine soprattutto di scongiurare che le cose peggiorino ulteriormente.

Infatti, laddove un genitore non è in grado di arrivare può farlo invece un professionista. Un detective privato, attraverso competenze specifiche acquisite nel corso degli anni, sa come muoversi per osservare i comportamenti del minore all’interno della sua cerchia di conoscenze, studiarne le abitudini e valutare le sue frequentazioni. Le tecniche più utilizzate a questo scopo sono gli appostamenti e i pedinamenti, in cui è possibile documentare, a mezzo di foto e video, i comportamenti del giovane.

Un’altra situazione che coinvolge i minori e richiede l’ausilio di un investigatore privato riguarda l’affidamento del o dei figli. In questo caso, quando il genitore non affidatario ritiene che l’altro, a cui invece è stato affidato il minore, non sia idoneo a tutelare gli interessi del figlio può rivolgersi a un’agenzia di investigazioni private per ribaltare quanto stabilito in tribunale. Una volta conseguito il mandato, il detective si impegnerà nella raccolta di prove e documenti per sostenere la tesi del genitore non affidatario in sede giudiziaria.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Calenda a Letta, primarie legittime ma le strade si separano

Enrico Letta segretario del Pd ha rilanciato le primarie per le elezioni amministrative "Le amministrative sono un banco...

No Tav, scontri in Val Susa

In Val Susa ( San Sidero)  nella notte ci sono state delle tensioni tra No Tav e forze dell’ordine per l’avvio dei...

Protesta “Io apro”: scontri e bombe carta a Roma

Centro blindato a Roma e tutte le zone ztl chiuse per evitare assembramenti durante la manifestazione non autorizzata davanti a Montecitorio.

Minneapolis: polizia uccide afroamericano

Daunte Wright un ragazzo afroamericano di 20 anni è stato ucciso dalla polizia al Brooklyn Center, Minneapolis. L’episodio ha...

Commenti recenti