29 Luglio 2021, giovedì
Home TV & Gossip Lo stilista Renato Balestra, "l'ingegnere della moda",a Napoli per inaugurare la mostra...

Lo stilista Renato Balestra, “l’ingegnere della moda”,a Napoli per inaugurare la mostra intitolata “Celeblueation”

foto ANSA

Non un posto qualunque e , non un luogo comune per omaggiare lo stilista Renato Balestra, talento creativo delle icone della moda “Made in Italy”: la Certosa e Museo di San Martino inaugura giovedì 30 maggio con la serata di Gala, la mostra antologica di abiti e disegni che ha avuto il suo battesimo il 20 settembre scorso, con una preview presso il Civico Museo di Domodossola, nell’ambito del Festival Domosofia. Accanto alle opere di De Chirico e De Pisis, sono stati esposti i disegni che Renato Balestra ha realizzato per alcuni classici dell’opera in musica, come “La Cenerentola”di Gioacchino Rossini, “Il Cavaliere della Rosa” di Richard Strauss e la “Turandot” di Giacomo Puccini. La mostra, dedicata all’attività di un uomo che ha fatto la storia dello stile e dell’eleganza, è poi approdata il 4 ottobre 2018 alla Villa Reale di Monza, segnando l’inizio di “Celeblueation”, un titolo scelto per dare enfasi ad una speciale nuance di blu, che è il tratto distintivo della Maison Balestra.

Prodotta da “Armando Fusco productions” e accolta con entusiasmo da Anna Imponente, Soprintendente al Polo Museale Campano, e da Rita Pastorelli, Direttrice della Certosa e Museo di San Martino, la mostra “Celeblueation” esporrà dal 30 maggio al 18 giugno prossimi nel Quarto del Priore dello splendido complesso monumentale, oltre 250 bozzetti, disegni e abiti scelti personalmente da Balestra per mettere in luce l’evoluzione del suo stile durante una lunga carriera costellata di successi. Si tratterà di un’esposizione ampliata, con una selezione inedita di opere degli esordi, quando lo stilista adottava uno stile pittorico per dare vita alle sue creazioni. Confermata l’esposizione dell’ultima creazione inedita de Il Lago dei Cigni, per il Teatro dell’Opera di Belgrado, produzione per la quale il maestro ha firmato per la prima volta anche le scene e la presentazione delle divise che il maestro Balestra ha disegnato per il personale del Polo Museale della Campania.Un omaggio, quello tributato con questo evento al couturier internazionale e alla sua eclettica personalità artistica, che dal magnifico complesso monumentale partenopeo, illuminato per l’occasione di blu, proseguirà poi al Fortino di Forte dei Marmi dal 4 luglio al 4 agosto 2019, al Castello Miramare di Trieste e alla Fondazione Zeffirelli di Firenze.

CONFERENZA STAMPA-La serata inaugurale , organizzata in collaborazione con il “Campus Salute” presieduto dalla Professoressa Annamaria Colao, ordinario di Endocrinologia e direttore della U.O.C. di endocrinologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e dalla Fondazione ADASTRA, presieduta dall’ Avv. Luciano Lepre accoglie lo Stilista nella Sagrestia della Chiesa della Certosa e Museo di San Martino, dove si è svolta la conferenza stampa. Poche parole ma dal forte impatto emotivo da parte dello stilista Renato Balestra riportando in auge il suo proposito, che lo ha accompagnato e contraddistinto in ogni collezione:

“L’Eleganza è l’abito giusto al momento giusto”. Un dettaglio, non una formalità, bensì l’essenza: non eccedere e non cedere alle lusinghe dell’eccentricità, perché l’eleganza si esalta con la semplicità. Essere sobri ed al contempo saper ammiccare,l’esuberanza non sempre premia e soprattutto, tra i molti, non manca. Il Blu Balestra, d’altronde, è simbolo di un’eleganza eccelsa che ha superato ogni confine imponendosi sulle passerelle e negli ambienti rinomati. Considerato “il Pittore” della Moda, tra le sue clienti nomi prestigiosi a livello internazionale: oltre ad attrici, nomi di rilievo del jet set mondiale, Principesse, Regine e First Ladies con cui ha sempre mantenuto un legame di stima ed amicizia. Tra le più affezionate l’imperatrice Farah Diba, la Regina di Tailandia Sirikit e sua figlia la Principessa Choulaborn, la First Lady delle Filippine M.me Imelda Marcos per cui crea interi guardaroba, e Sua figlia Irene per cui disegna e realizza l’abito da sposa.
La Principessa Noor Hamzah di Giordania, abbagliata dalle sue sfilate, chiede a Renato Balestra di realizzare i suoi due abiti da sposa in occasione delle nozze con SAR il Principe Hamzah Bin Al Husein, figlio della Regina Noor e del Re Hussein di Giordania. Dall’Oriente all’Occidente le creazioni di Renato Balestra incantano e sanno adattarsi alle culture e gusti dei luoghi in cui verranno indossati, conservando sempre l’alta sartorialità italiana.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, spazio al chiuso
Maria Parente(La Notte Online) at “Celeblueation”

La serata con buffet e taglio della torta offerto dalla Pasticceria Ranieri.

 

a cura di Maria Parente

 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Pellegrini settima nell’ultima 200 sl

Federica Pellegrini ha chiuso al settimo posto la sua ultima finale olimpica dei 200 stile libero. L'azzurra è finora l'unica nuotatrice ad...

Germania, esplosione in un impianto chimico a Leverkusen: almeno due morti

Una tragedia dopo l'altra. La conta dei danni e il bilancio dei morti della catastrofica alluvione del 15 luglio non sono ancora...

Flop della piazza contro il green pass!

Avevano annunciato trionfalmente: "saremo almeno 50mila". Ma ad urlare 'libertà libertà' in piazza del Popolo, ad attaccare la "tirannia sanitaria" erano...

Per Governo e Quirinale si profilano tre schemi, ma è un gioco tutto aperto

Ci sono almeno tre schemi sui tavoli della politica italiana, e non solo, che disegnano il futuro istituzionale del nostro Paese. I...

Commenti recenti