Veneto vs Trentino sul fisco

Troppi privilegi fiscali per Trento e Bolzano. E il Veneto si rivolge alla Consulta.
Con ricorso n. 21 del 2014, la regione ha chiamato in giudizio davanti alla Corte Costituzionale il Presidente del consiglio dei ministri impugnando l’art. 1, comma 518, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, per violazione di vari articoli della Costituzione.
A fondamento dell’impugnativa la Regione pone il fatto che la Legge di stabilità per il 2014 con il comma 518 dell’art. 1 ha previsto un ampliamento della capacità impositiva e fiscale già riconosciuta alle Province di Trento e Bolzano dallo Statuto per il Trentino-Alto Adige, approvato con dpr 31 agosto 1972, n. 670. In effetti tale norma ha modificato l’art. 80 dello Statuto che nella nuova formulazione prevede che nelle materie di competenza, «le province possono istituire nuovi tributi locali». Inoltre, «la legge provinciale disciplina i predetti tributi e i tributi locali comunali di natura immobiliare istituiti con legge statale, anche in deroga alla medesima legge, definendone le modalità di riscossione e può consentire agli enti locali di modificare le aliquote e di introdurre esenzioni, detrazioni e deduzioni».

Written By
More from genteattiva

Europa e Parlamento aspettano il Governo

Come può partecipare l’Italia alla formazione del diritto dell’Unione europea (Ue) e...
Read More