2 Agosto 2021, lunedì
Home News Guarda la mappa dei dialetti italiani

Guarda la mappa dei dialetti italiani

Mappa dei dialetti italiani: l’infinita varietà delle parlate nella penisola è stata mappata da Sima Brankov nel suo blog Language Maps. Una cartina utile a filologi, dialettologi e semplici appassionati e curiosi dell’argomento per orientarsi nelle molteplici sfumature della lingua di Dante.

I sette gruppi dei dialetti italiani sono, da nord a sud:

1. I dialetti Gallo-Italici: Piemontesi, Lombardi Occidentali, Lombardi Orientali, Liguri, Emiliani, Romagnoli, Gallo-Italici lucani, Gallo-Italici siciliani.
2. I dialetti Veneti: Veneti Occidentali, Veneti Centrali, Veneti Settentrionali, Veneti Lagunari, Veneti Coloniali, Veneto-Pontini.
3. I dialetti Trentini centrali.
4. I dialetti Toscani e Corsi: Toscani, Corsi e Sardo-Corsi.
5. I dialetti Mediani: Viterbesi, Umbri, Marchigiani Centrali, Romaneschi, Sabini, Ciociari
6. I dialetti Meridionali: Abruzzesi, Molisani, Campani (Napoletani), Dauno-Garganici (Foggiani), Apulo-Baresi, Lucani
7. I dialetti Meridionali Estremi: Salentini, Calabresi, Siciliani.

Zone d’Italia dove non si parlano dialetti italiani: nella mappa troviamo ampie zone grigie dove si parlano lingue che non fanno parte della famiglia italiana.

Si tratta di tutta la fascia più occidentale del Piemonte, e tutta la Valle d’Aosta, dove si parlano varianti del francese, così come nella parte nord-occidentale della Valsesia;

Di quasi tutta la provincia di Bolzano e della parte settentrionale della provincia di Belluno, dove si parlano varianti del tedesco. Di quasi tutto il Friuli-Venezia-Giulia, diviso fra dialetti tedeschi e slavi;

Nel meridione troviamo qua e là macchie grigie che indicano isole linguistiche in cui si parlano dialetti greci o albanesi.

Quasi tutta la Sardegna è grigia, tranne l’estremo nord dove si parlano dialetti della famiglia toscano-corsa, e tranne una piccola isola a sud ovest dove si parla il Tabarchino, una variante del dialetto genovese.

Altre isole linguistiche interessanti sono quella veneto-pontina in provincia di Latina, i dialetti gallo-italici parlati in zone della Basilicata e della Sicilia, l’anomalia dei dialetti salentini e del cilentano meridionale, che fanno parte dei Meridionali estremi pur trovandosi in una zona dove si parlano dialetti Meridionali.

I dialetti italiani oltre-confine. Nell’intera Corsica si parlano dialetti italiani della famiglia Toscano-Corsa. Per qualche km oltre il confine francese dopo Ventimiglia si parlano varianti di ligure (Mentonasco, Roiasco e Brigasco). Nel Canton Ticino della Svizzera si parlano il Ticinese, il Bregagliotto e il Poschiavino. A Rijeka-Fiume, in Croazia (Istria), si parla una variante di veneto, il Fiumano.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Cina: il Covid ritorna a Wuhan, individuati 7 casi

Il Covid-19 ritorna a Wuhan dopo mesi di assenza: sette lavoratori migranti sono risultati positivi ai test e sono stati inviati agli...

Attacco hacker alla Regione Lazio, si indaga su una richiesta di riscatto

La Polizia Postale consegnerà nelle prossime ore in procura una prima informativa sull'attacco hacker subito dalla Regione Lazio. Stando a quanto appreso dall'AGI, gli autori...

Conte alla prova dello Statuto, e M5S serra fila su divisioni

Nessuno scontro tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio, nessuna frattura, solo un lavoro corale. Nel day after dell'estenuante trattativa sulla riforma...

Lo Spoleto meeting art alla biennale di Venezia

Lo Spoleto meeting art speciale biennale di Venezia sarà presentato martedì 3 agosto a Venezia lido a villa pannonia ore 17 alla...

Commenti recenti