9 Marzo 2021, martedì
Home News Banche: rapine dimezzate a inizio 2014

Banche: rapine dimezzate a inizio 2014

I colpi in banca si dimezzano. Se nel primo trimestre del 2013 erano infatti 283 le rapine a danno degli sportelli, nel primo quarto di quest’anno il numero è sceso a 136: un calo del 52%. È quanto rilevato da Ossif, il Centro di ricerca ABI in materia di sicurezza, che ha registrato in generale un calo consistente delle rapine negli ultimi anni.

Dal 2007 rapine a -68%

Infatti, in tutto il 2013 le rapine erano state 941, in linea con le 940 del 2012 e tra i livelli più bassi registrati negli ultimi anni (-68% rispetto al 2007). Nel primo trimestre del 2014, inoltre, cala del 42% anche l’indice di rischio, cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli, passato da 3 a 1,7. Del resto il bottino medio per rapina è di circa 28mila euro: come dire, per i ladri tanta spesa ma poca resa.

Rapine in banca per regione

Le rapine calano in quasi tutte le regioni d’Italia: Abruzzo (-61,5%, da 13 a 5), Basilicata (-85,7%, da 7 a 1), Campania (-31,6%, da 19 a 13), Emilia Romagna (-24%, da 25 a 19), Lazio (-50%, da 20 a 10), Liguria (-50%, da 4 a 2), Lombardia (-70,1%, da 67 a 20), Marche (-50%, da 14 a 7), Piemonte (-80%, da 30 a 6), Puglia (-36,4%, da 11 a 7), Sicilia (-30,6%, da 36 a 25), Toscana (-68%, da 25 a 8), Umbria (-33,3%, da 3 a 2) e Veneto (-14,3%, da 7 a 6). Trentino e Val d’Aosta rimangono inespugnate mentre se quelle in Friuli rimangono invariate (a quota 2), in Calabria, Molise e Sardegna ne subiscono una sola, rispetto a nessuna dell’anno scorso.

Sempre meno rapine in banca

Nel corso di un incontro Giovanni Pirovano, membro del Comitato di Presidenza ABI, e Francesco Paolo Tronca, Prefetto di Milano, hanno rinnovato il Protocollo d’Intesa per rafforzare la collaborazione e la prevenzione della criminalità in banca sul territorio e in particolare nella provincia di Milano. Secondo gli ultimi dati del Ministero dell’Interno, la quota di rapine commesse ai danni delle dipendenze bancarie rispetto al totale di quelle denunciate è passata dal 5,5% del 2004 al 2,8% del 2013. «Le banche italiane – si legge in una nota di ABI – investono ogni anno più di 700 milioni di euro per rendere le proprie filiali sempre più protette e sicure. Adottando misure di protezione sempre più moderne ed efficaci e formando i propri dipendenti anche attraverso un’apposita Guida antirapina che recepisce i suggerimenti delle Forze dell’Ordine. La nuova edizione della Guida, ultimata proprio in queste settimane, è stata presentata durante i lavori del convegno».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Anne Marion ,dal petrolio al mecenatismo

a cura del direttore Luca Filipponi  Sotheby’s propone in asta a maggio opere dalla raccolta della leggendaria mecenate e collezionistaMrs....

L’ iperinflazione venezuelana: la fine del sogno chavista

a cura di Ronald Abbamonte Il lungo corso dell’epidemia, che ha caratterizzato l’ultimo anno, ha avuto l’effetto di distogliere...

Stasera, ripartirà il gioco ‘Avanti Un altro’

Stasera finalmente, su Canale 5 alle ore 18.45, dopo Pomeriggio 5, riparte il gioco tanto atteso ‘’Avanti un altro!’’, che festeggia 10...

Dottorato di ricerca come si accede?

Per frequentare un corso di dottorato di ricerca non è sufficiente, come accade per molti master o scuole di specializzazione, iscriversi e pagare una...

Commenti recenti