Giro di vite sulle detrazioni Iva

L’inerenza della spesa sostenuta dall’impresa commerciale all’oggetto sociale non fa scattare automaticamente il diritto alla detrazione Iva. Infatti, il beneficio non può essere concesso all’azienda che dipende organizzativamente e finanziariamente dalla controllante. A segnare questo giro di vite sulle detrazioni Iva con una interessante e innovativa sentenza – la n. 3452 del 14 febbraio 2014 – è la Corte di cassazione. Quindi, al di là della formale costituzione dell’impresa come commerciale, sono due, dice espressamente la sezione tributaria, i requisiti che l’ufficio deve verificare ai fini della detrazione: se la società contribuente abbia effettivamente esercitato stabilmente un’attività economica rilevante ai fini Iva e, in caso positivo, se l’operazione passiva di acquisto dell’immobile debba ritenersi o meno strumentale all’esercizio di tale attività.

Written By
More from genteattiva

Parlamento, l’Ufficio Bilancio comune non c’è. Grasso e Boldrini intimano: crearlo subito

Un  Ufficio parlamentare Bilancio  a disposizione di camera e senato. Per eliminare...
Read More