8 Maggio 2021, sabato
Home Motori Corruzione, Italia come la Romania. In Ue peggio solo Bulgaria e Grecia

Corruzione, Italia come la Romania. In Ue peggio solo Bulgaria e Grecia

Migliora, di pochissimo, ma resta ampiamente sotto la sufficienza il giudizio sulla diffusione della corruzione in Italia cui l’ong Transparency International è giunta nel suo rapporto annuale sullo stato del fenomeno nel mondo.
Rispetto al 2012, l’Italia passa da 42 a 43 punti su una scala che va dal valore minimo 0 a 100, collocandosi al 69esimo posto su 177 Paesi analizzati. In Ue peggio dell’Italia hanno fatto solo Bulgaria (77) e Grecia (80).

Secondo l’ong “trattandosi di un indice sulla percezione, le interpretazioni devono tenere conto del fattore ‘soggettivo’, ma è possibile fare alcune considerazioni generali riguardo alle performance anticorruzione dei diversi paesi del mondo: nonostante questo breve passo in avanti, l’Italia rimane ancora confinata agli ultimi posti in Europa, seguita solo da Bulgaria (41 punti) e Grecia (40 punti), ed allo stesso livello della Romania. Come d’abitudine, al vertice della classifica mondiale troviamo i paesi del Nord Europa – Danimarca, Finlandia, Svezia e Norvegia –, oltre alla Nuova Zelanda, mentre l’ultima posizione è occupata da Afghanistan, Corea del Nord e Somalia (tutti con un misero voto di 8/100)”.

Maria Teresa Brassiolo, Presidente di Transparency International Italia, non è stupita della leggera inversione di tendenza perché “si sono compiuti molti sforzi strutturali per migliorare la trasparenza e l’integrità del settore pubblico, a partire dal decreto 150, fino alla legge anticorruzione 190 e agli ultimi decreti sulla trasparenza e l’accesso civico.

Il trend positivo è maggiormente visibile dai dati del Global Corruption Barometer 2013 che ci ha portati almeno a pari merito con Francia e Germania, in taluni segmenti anche meglio. Naturalmente dobbiamo proseguire lo sforzo, ma il messaggio pare recepito. Resta l’uso disinvolto e spesso incompetente delle risorse pubbliche che creano debito, tasse e rabbia”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Covid, Italia sempre più gialla, nessuna regione sarebbe rossa

L'Italia diventa sempre piu' gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa: la Valle d'Aosta dovrebbe, infatti, diventare arancione. Verso un cambio di colore...

COMUNICATO STAMPA:L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA

L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA S.E....

Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende.

La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per "la cedibilità del credito di imposta nell'acquisto...

Giovane uccisa nel Napoletano

Ylenia Lombardo, 33 anni, è stata uccisa a coltellate ieri pomeriggio a San Paolo Bel Sito (in provincia di Napoli). ...

Commenti recenti