1 Febbraio 2023, mercoledì
Home L'Opinione Quali sono gli elementi essenziali di un contratto di lavoro subordinato? Dalla...

Quali sono gli elementi essenziali di un contratto di lavoro subordinato? Dalla rubrica A.U.G.E. Dott. Maurizio D’Elia ci risponde

A cura di Ionela Polinciuc


Il contratto di lavoro, per essere valido, deve presentare determinati requisiti, che corrispondono a
quelli previsti per la disciplina del contratto in generale (art. 1325 c.c.). In particolare, sono
richiesti: la volontà, in quanto il contratto di lavoro si costituisce mediante l’accordo del datore di
lavoro e del prestatore di lavoro; la causa che, nel contratto di lavoro, può identificarsi nello scambio tra lavoro e retribuzione; l’oggetto, costituito dalla prestazione e dalla retribuzione; la forma, quando risulta che è prescritta dalla legge sotto pena di nullità.
I requisiti appena descritti sono essenziali: questo vuol dire che, se mancano, il contratto è nullo.
Tuttavia, come per qualsiasi negozio giuridico, anche per il contratto di lavoro subordinato, possono esistere requisiti accidentali, che non sono cioè necessari all’esistenza del contratto di lavoro ma, una volta inseriti nel contratto medesimo, ne diventano parte integrante e incidono, quindi, sulla sua efficacia.
Gli elementi accidentali più frequenti del contratto di lavoro sono la condizione e il termine. La condizione rappresenta un avvenimento futuro e incerto che incide sull’efficacia del contratto e, secondo i principi civilistici, può essere sospensiva (nel qual caso gli effetti del contratto si producono solo al verificarsi dell’evento) o risolutiva (in questo caso, il rapporto cessa al verificarsi dell’evento). Un esempio di condizione sospensiva nel rapporto di lavoro è il patto di prova (art. 2096), clausola con la quale le parti subordinano (condizionano) l’assunzione definitiva del lavoratore all’esito positivo di un periodo di prova.
L’apposizione di un termine al contratto di lavoro fa sì, invece, che esso sia sottoposto ad una scadenza predeterminata.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Come migliorare la mentalità? Dott.ssa Di Mambro Dolores ci risponde

A cura di Ionela Polinciuc Dott.ssa di Mambro Dolores - pedagogista e docente: Come migliorare la mentalità?

Reato di istigazione al suicidio, pena e prescrizione: Dalla rubrica A.U.G.E., Avv. Luciana Ruggiero ci risponde

Avv. Luciana Ruggiero: Cos'è il reato di istigazione al suicidio: pena e prescrizione? Il codice penale all’art 580, prevede...

Ci sono regole per il Ponteggio in cortile privato?

Con l’esistenza dei diversi incentivi per la casa, in molti probabilmente si saranno trovati a domandarsi quali sono le regole per un ponteggio posizionato...

Liti condominiali e riforma della mediazione, quali novità?

Il 30 giugno 2023 entreranno in vigore le modifiche relative alla mediazione civile. Le principali novità introdotte, dal d.lgs. 149/2022 al d.lgs. 28/2010, si estendono anche ai condomini....

Commenti recenti