30 Novembre 2022, mercoledì
Home L'Opinione Senatore Francesco Silvestro: '' Gli italiani sono stanchi di sentire sempre le...

Senatore Francesco Silvestro: ” Gli italiani sono stanchi di sentire sempre le solite filastrocche”


A cura di Ionela Polinciuc


È stata una campagna elettorale dove, come sempre la sanità è rimasta marginale. Questo ha lasciato perplesso chi, ogni giorno, si occupa di salute. Ora che c’è un Governo e un nuovo ministro, saranno i fatti a dimostrare quanto la sanità sarà al centro dell’agenda e in quale direzione la Maggioranza intenda muoversi. Gli italiani ormai sono stanchi di credere a promesse, spesso non mantenute.
Al riguardo, abbiamo intervistato il Senatore Francesco Silvestro.
Senatore Silvestro i nodi più urgenti che dovrà sciogliere il nuovo Governo?
La velocità con cui è stato formato il Governo la dice lunga sulla volontà di mettere mano rapidamente alle problematiche. Bisogna intervenire tempestivamente sul caro bollette. La questione energetica preoccupa non poco e c’è bisogno di rassicurare gli italiani con interventi certi e mirati. Ma c’è tanto da fare e in tanti settori come per la sicurezza, il lavoro, le pensioni…
Come vede il futuro del nostro Paese, dopo la vittoria di Giorgia Meloni?
Il Paese ha scelto il Centrodestra ed ha espresso il proprio voto, consentendo la piena realizzazione del percorso democratico dopo anni di Governi instabili, senza una guida eletta democraticamente. Abbiamo interrotto questa grande anomalia italiana, dando vita a un Governo politico. Ieri in Senato abbiamo votato la fiducia a questo Esecutivo, siamo consapevoli che sarà una sfida dura ma se il buongiorno si vede dal mattino, ci possiamo dire pronti a risollevare questo Paese nei prossimi cinque anni.
Secondo Lei, quale sarebbe “la ricetta” perfetta per una ripartenza del nostro paese?
La ricetta perfetta non esiste ma dalle linee programmatiche dettate dal nostro Premier si evince una chiara volontà di cambiare rotta con il passato e dare una speranza concreta agli italiani: dal ruolo dell’Italia in Europa e nella Nato al caro bollette, dal presidenzialismo al Pnrr, dalla sovranità alimentare alla natalità. E ancora: fisco, lavoro, riforma del reddito di cittadinanza, scuola e merito, lotta alla mafia, difesa dei confini, tutela dei diritti esistenti.
Il suo augurio per il nuovo governo che dovrà svolgere i suoi compiti e soprattutto mantenere le promesse verso il popolo?
Gli italiani sono stanchi di sentire sempre le solite filastrocche. Fortunatamente vengo da un partito, Forza Italia, che storicamente ha mantenuto le promesse fatte agli italiani come per l’aumento delle pensioni, l’abbassamento delle tasse e soprattutto garantire la stabilità di governo. Come ho detto prima c’è bisogno di cambiare rotta con il passato, le priorità per la ripartenza del Paese sono chiare a tutti, bisogna lavorare e vincere questa sfida.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il disturbo post traumatico da stress: testimonianza di una ragazza

A cura di Marilena Lombardi Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è una forma di disagio che si...

Alla scoperta di Praga

A cura di Ionela Polinciuc Considerata una delle città più belle d’Europa. Attraversata dal fiume Moldava, la città si...

Mobbing: la persecuzione psicologica sul lavoro

A cura di: DI MAMBRO DOLORES- DOCENTE E PEDAGOGISTA “Sei un incapace, non andrai da nessuna parte se lavori in questo...

Tragedia Ischia: Adesso indaga la Procura

A cura di Ionela Polinciuc A poche ore dalla tragica e devastante colata di fango e massi che ha...

Commenti recenti