30 Novembre 2022, mercoledì
Home Consulente di Strada Come funziona il contratto a chiamata?

Come funziona il contratto a chiamata?

Parliamo di un accordo in base al quale un lavoratore si rende disponibile ad effettuare una determinata prestazione dietro, appunto, una chiamata del datore, secondo tempi e modi stabiliti da quest’ultimo.

Bisogna sapere che il contratto a chiamata non può essere utilizzato per più di 400 giornate di lavoro effettivo presso lo stesso datore e nell’arco di tre anni solari.

Chi svolge un’attività con contratto a chiamata ha diritto alla stessa retribuzione di un lavoratore dipendente a parità di mansioni.

Ci sono dei casi in cui la legge non consente il ricorso al contratto a chiamata, come ad esempio:

per sostituire lavoratori in sciopero,

nelle unità produttive in cui sia in corso un procedimento di cassa integrazione (parziale o a zero ore) che coinvolga lavoratori con le stesse mansioni richieste con contratto a chiamata,

nelle unità produttive dove, nei sei mesi precedenti, sono stati effettuati dei licenziamenti collettivi di lavoratori con le stesse mansioni richieste con contratto a chiamata,

dal datore di lavoro che non ha effettuato la valutazione dei rischi prevista dalla normativa sulla sicurezza dei lavoratori.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il disturbo post traumatico da stress: testimonianza di una ragazza

A cura di Marilena Lombardi Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è una forma di disagio che si...

Alla scoperta di Praga

A cura di Ionela Polinciuc Considerata una delle città più belle d’Europa. Attraversata dal fiume Moldava, la città si...

Mobbing: la persecuzione psicologica sul lavoro

A cura di: DI MAMBRO DOLORES- DOCENTE E PEDAGOGISTA “Sei un incapace, non andrai da nessuna parte se lavori in questo...

Tragedia Ischia: Adesso indaga la Procura

A cura di Ionela Polinciuc A poche ore dalla tragica e devastante colata di fango e massi che ha...

Commenti recenti