30 Novembre 2022, mercoledì
Home Consulente di Strada Istigare i dipendenti contro il datore di lavoro: cosa si rischia?

Istigare i dipendenti contro il datore di lavoro: cosa si rischia?

Prima di tutto, bisogna sapere che il diritto di critica, seppur riconosciuto dalla nostra Costituzione, deve essere usato con parsimonia quando si rivolge nei confronti del datore di lavoro.

Se si va oltre agli insulti, si attribuisce al datore di lavoro un fatto determinato, si rischia la reclusione fino a due anni o la multa fino a 2.065 euro. Le pene aumentano se la vittima dell’offesa è un membro importante come ad esempio: del Corpo politico, amministrativo o giudiziario, una sua rappresentanza o un’autorità costituita in collegio.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il disturbo post traumatico da stress: testimonianza di una ragazza

A cura di Marilena Lombardi Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è una forma di disagio che si...

Alla scoperta di Praga

A cura di Ionela Polinciuc Considerata una delle città più belle d’Europa. Attraversata dal fiume Moldava, la città si...

Mobbing: la persecuzione psicologica sul lavoro

A cura di: DI MAMBRO DOLORES- DOCENTE E PEDAGOGISTA “Sei un incapace, non andrai da nessuna parte se lavori in questo...

Tragedia Ischia: Adesso indaga la Procura

A cura di Ionela Polinciuc A poche ore dalla tragica e devastante colata di fango e massi che ha...

Commenti recenti