8 Agosto 2022, lunedì
Home News COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA

Consorzio di Bonifica Basso Jonio reggino sotto attacco: il furto di mezzi e materiale cruciali per la campagna irrigua e la manutenzione del territorio

ANBI Calabria: intervenga la regione per evitare la paralisi dei servizi agli agricoltori e al territorio

L’Anbi Calabria (Assocazione Regionale Consorzi gestione e tutela del territorio ed acque irrigue) anche a nome di tutti i Consorzi di bonifica calabresi esprime solidarietà al Consorzio di Bonifica Basso Jonio Reggino, che è stato preso di mira da malviventi che hanno rubato dalla propria sede operativa di contrada Lugarà a Condofuri (RC)  mezzi agricoli, gruppo elettrogeno e finanche le scorte di gasolio. L’irruzione di questi deliquenti – prosegue l’ANBI- ha messo al sacco costosi arnesi da lavoro che il Consorzio utilizza per la manutenzione e la gestione degli impianti irrigui e la manutenzione del territorio. Questo – aggiunge l’Anbi – è accaduto proprio in contemporanea con l’avvio dei lavori della stagione irrigua e ciò mette a serio rischio i lavori necessari da predisporre e senza questi mezzi, gli agricoltori si potranno vedere privati di un servizio essenziale quale è l’irrigazione. Occorre allora – è la richiesta di Anbi – che la Regione o altre Istituzioni locali attuino rapide decisioni per venire incontro alle imminenti necessità del Consorzio che coincidono con i bisogni dei consorziati per evitare che al rilevante danno si unisca la beffa di non poter programmare le colture e vedersi privati di una costante azione di manutenzione che il Consorzio effettua quotidianamente. 

22.02.2022                                                Ufficio Comunicazione ANBI Calabria

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Oroscopo lunedì 8 agosto 2022

                                   

Oroscopo domenica 7 agosto 2022

                      Ariete (21 marzo-19 aprile)

Oroscopo sabato 6 agosto 2022

                  A CURA DI TELEBLULANOTTE Ariete (21 marzo-19 aprile)

Soverato, “picchiata perché ho chiesto di essere pagata”.

Ha chiesto di essere retribuita per il lavoro prestato come lavapiatti, ma ha ricevuto una vera e propria aggressione fisica con schiaffi...

Commenti recenti