19 Maggio 2022, giovedì
Home News La Democrazia Cristiana ricomincia da Caltagirone casa natia di Don Luigi Sturzo

La Democrazia Cristiana ricomincia da Caltagirone casa natia di Don Luigi Sturzo

A cura di Ionela Polinciuc

A Catania la prima sede della “Scuola di Alta Formazione Politica Nazionale della Democrazia Cristiana”. 

Il decalogo di Don Sturzo più moderno che mai.

Su TELEPEGASO ALLE 10 di sabato 28 gennaio in diretta il Giornalista Franco D’URBINO di Tele Pegaso da Caltagirone, ospita Raffaele Vicedomini Segretari Elettorale Nazionale della Democrazia Cristiana: Il nuovo che avanza!

Un pensiero da terzo millennio per una politica rivolta ai giovani.

Raffaele Vicedomini giovane democristiano della prima ora, dopo anni di silenzio dedicati esclusivamente alla tua professione, ti ripresenti e sostieni con azioni concrete la Democrazia Cristiana. Quali le aspettative per dare un nuovo futuro alla politica oramai desueta e bistrattata dai più?   

‘’ È tempo di costruire un futuro migliore per i nostri figli che non credono più in questa politica. Oggi decide tutto il leader del partito. Un bel listino ” con un bel prezzo” per i primi 15 posti ed i giochi sono fatti. La politica della Democrazia Cristiana, già Partito Popolare non è questa. Don Sturzo ha pagato con l’esilio la sua scelta di campo. Ecc.ecc.’’

Come vuoi avvicinare i giovani alla politica?       

‘’ Se la montagna non viene da Maometto, Maometto va alla montagna. Bisogna vestirsi di umiltà, iniziative, determinazione e comprensione verso il mondo giovanile. Perché nacque Libertas, un movimento sportivo che coinvolgeva i giovani e li allontanava dal pericolo come aveva fatto Don Sturzo e De Gasperi. Oggi internet e il web in generale vincono su tutto. E allora noi vogliamo attrarre i giovani creando una grande piattaforma multitematica, con temi cari ai giovani, gestita e curata dai giovani. Un giornale ed una tv in streaming che insegni comunicazione. DIRETTE DAL TERRITORIO SARÀ LA PRIMA RUBRICA. 

Anche noi oggi cosa stiamo facendo. Stiamo comunicando attraverso la modernità telematica. Eppure siamo vecchi con uno spirito giovane. E allora abbiamo l’obbligo di duplicarci, una duplicazione intelligente. Un vecchio porta un giovane in Democrazia Cristiana ed un giovane porta ed aiuta un vecchio. Uno meno giovane per intenderci. È un obbligo verso la società ed il mondo che abbiamo.

Piantiamo un seme, un albero e lasciamo che altri ne raccolgano i frutti. Chi? Non ha importanza. Qualcuno lo ha fatto per noi e noi lo facciamo per qualcun’altro.’’

Sei molto attivo sino ad aver contribuito a presentare una lista al comune di Cosenza ed alla Regione Calabria. Raccontaci. Come hai fatto? 

‘’ Il 4 agosto invece di andare in ferie siamo andati in campagna elettorale e dopo alcuni anni lo scudo crociato originale è tornato sui muri di Cosenza e negli elenchi del Ministero degli interni, una grande esperienza ed una grande avventura. Una prova generale per il 2022 e 2023.

Avete proposto la Candidatura a presidente della Repubblica del professore Giulio Tarro, dicci come nasce e come procede questo progetto?   

‘’ Oggi finalmente in Italia giornali e televisioni parlano di noi. Vi sembra poco? 1009 grandi elettori sanno che esistiamo. Abbiamo già raggiunto un grande risultato. Noi per abbiamo due obiettivi: primo dare lustro al grande Prof. Giulio Tarro che darà la svolta verso la fine di questa pandemia. Abbiamo capito che è solo un gioco economico dei politici finanche ad arrivare a ledere i diritti fondamentali dell’uomo con serie discriminazioni. Secondo dare lustro ad un autorevole scienziato italiano amato e conosciuto in tutto il mondo per quanto ha fatto per il bene primario di ognuno: la salute.’’

Oggi a Catania si inaugura una sede regionale con annessa Scuola a distanza di Alta formazione politica, cosa volete dire ai giovani? Quale obiettivo dietro una grande iniziativa come questa?       

‘’ Vogliamo riportare la politica nelle case di tutti gli italiani, vogliamo che gli italiani non abbiano paura della politica ma la considerino la più alta forma di carità cristiana. Siamo rivolti ai giovani di tutto il mondo con un progetto che porti il pensiero ed il decalogo sturziano nelle politiche di tutti i paesi. ETICA, moralità, condivisione, inclusione, DEMOCRAZIA in tutte le case del mondo senza confini territoriali. Oggi è possibile!’’

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Rimorchiatore affonda a largo Puglia, un morto e 7 dispersi

Un rimorchiatore è affondato al largo delle coste pugliesi, a 50 miglia dalla costa di Bari, forse in acque croate.

Oroscopo giovedi 19 maggio 2022

                               A CURA DI TELEBLULANOTTE

Reati commessi attraverso i mass media: Risponde l’Avv. Melissa Gullà

A cura di Ionela Polinciuc Ormai, viviamo in un’era digitale e comunicare è diventato sempre più semplice e veloce.Una...

PRETENDONO DALL’ITALIA SCELTE DI CAMPO

a cura di Giuseppe Catapano  Il governo e il parlamento italiani dovranno decidere se dare o meno l’assenso a...

Commenti recenti