18 Gennaio 2022, martedì
Home Consulente di Strada MUTUO PER I GIOVANI: garanzia all’80%?

MUTUO PER I GIOVANI: garanzia all’80%?

Dallo scorso giugno sono entrate in vigore le novità introdotte dal decreto Sostegni bis, che riguardano i mutui per l’acquisto della prima casa rivolti agli under 36. In pratica, i giovani con un reddito Isee entro i 40mila euro hanno la possibilità di ottenere dallo Stato una garanzia pari all’80% della quota capitale dei loro mutui. Il provvedimento vuole rendere più semplice ai giovani l’accesso al mutuo, senza aver bisogno della garanzia di un parente. Il problema è che tutto è pronto tranne le banche, come rivela una recente indagine di altroconsumo nelle principali filiali di Milano. Ci siamo presentati come una coppia di giovani in cerca di un’offerta interessante di mutuo, approfittando delle tanto pubblicizzate misure per i giovani. Per comprare casa ci serve un mutuo di 160mila euro della durata di 30 anni. Cosa ci hanno risposto in filiale? Nessuno dei consulenti che ci ha accolto ha parlato spontaneamente del Fondo di garanzia e, a nostra esplicita richiesta, hanno tutti detto che non ne sapevano molto e che non conoscevano neppure i requisiti per l’accesso. Nessuno di loro aveva il modulo da usare per la richiesta e aspettavano modalità attuative che sarebbero arrivate nei mesi successivi. 

La misura vale per il momento solo fino al 30 giugno 2022, ma le banche nel frattempo rendono difficile l’accesso al credito ai giovani, soprattutto se hanno un contratto  a tempo determinato. Il Fondo di garanzia dello Stato, invece, dovrebbe proprio servire a superare queste situazioni di maggiore rischio per la banca. Eppure in filiale chiedono un’ulteriore garanzia, come la fideussionedi un parente, che in teoria non potrebbe chiedere dato che si avvalgono già del Fondo dello Stato. In pratica, danno informazioni scorrette ai clienti e sembrano essere all’oscuro del funzionamento del Fondo. Insomma, c’è il rischio che la misura statale per concedere credito ai giovani non sia utilizzata. Che fare? Innanzitutto si deve andare in filiale preparati, dopo aver scaricato sul sito www.consap.it il modulo per aderire e visionato l’elenco delle banche aderenti. Il mutuo ha un tasso che non può superare l’1,86% (fisso) o il 2,22% ( variabile). 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

UNA FANTASTICA CROCIERA PER UNA COPPIA INNAMORATA

“Con molto piacere mi presento ai lettori di questa prestigiosa rivista, sono Lidia De Maio, meglio conosciuta come la Sabrina Ferilli napoletana,...

Torna per il 2022 L’Asse Culturale Spoleto-L’Aquila

Il Menotti Art Festival Spoleto ha siglato un importante protocollo d'intesa per la cooperazione culturale tra Umbria ed Abruzzo con particolare riferimentoalla...

L’allarme dei presidi: “Il 50% delle classi è in dad”

"La nostra stima è del 50 % di classi in Dad. Aspettiamo ora la pubblicazione di dati ufficiali". Lo ha detto a Radio...

È calato nel 2021 il numero di auto vendute in Europa, ma l’Italia fa eccezione

Nuovo tonfo per le vendite di auto nuove in Europa, frenate dalla crisi pandemica e dalla carenza di chip, secondo i dati pubblicati...

Commenti recenti