26 Ottobre 2021, martedì
Home Italia Cronaca Libera, il Covid non ferma la Giornata della memoria per le vittime...

Libera, il Covid non ferma la Giornata della memoria per le vittime di mafia

Il Covid non ferma l’associazione “Libera” che anche quest’anno il 21 marzo celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia. Giunta alla 26esima edizione, la manifestazione che solitamente si tiene in una città anche quest’anno deve fare i conti con la pandemia. Con la collaborazione del ministero dell’Istruzione, l’associazione di don Luigi Ciotti ha deciso di chiedere ai presidi, ai coordinamenti di Libera, alle scuole, alle università e alle associazioni aderenti, alla rete di “Avviso Pubblico” e a quanti vogliano, di organizzare la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie dinanzi a uno o più spazi culturali del proprio territorio.

Un invito che non è caduto nel vuoto, ma che non in tutte le regioni si potrà accogliere visto il passaggio in zona rossa di molte località. Chi non potrà incontrarsi di persona ha comunque deciso di darsi da fare per organizzare incontri online durante tutta questa settimana. “Il 21 marzo – spiegano gli organizzatori – è un momento di riflessione, approfondimento e di incontro, di relazioni vive e di testimonianze attorno ai familiari delle vittime innocenti delle mafie, persone che hanno subito una grande lacerazione che noi tutti possiamo contribuire a ricucire, costruendo insieme una memoria comune a partire dalle storie di quelle vittime. È una giornata di arrivo e ripartenza per il nostro agire, al fine di porre al centro della riflessione collettiva la vittima come persona e il diritto fondamentale e primario alla verità, diritto che appartiene alla persona vittima, ai familiari della stessa, ma anche a noi tutti”. Lo slogan scelto quest’anno è A ricordare e a riveder le stelle e proprio per vivere il simbolo della giornata, “Libera” ha chiesto ai ragazzi di realizzare una stella.

A Roma l’iniziativa si è svolta presso l’Auditorium Parco della Musica con inizio alle 10.45; a Palermo all’interno del Teatro Massimo; a Milano, la manifestazione si svolge davanti Palazzo Marino; a Locri presso il Teatro Greco di Portigliolo; a Torino presso la Piazza del Conservatorio “Giuseppe Verdi”; a Napoli presso la Sala sociale della fabbrica Whirpool. 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Pensioni, vertice Draghi-sindacati. Pressing della Lega

Ieri Salvini dal premier: Carroccio al lavoro per no a ritorno Fornero. Manovra di bilancio 2022. Il premier, Mario...

Come nasce il Fascicolo sanitario elettronico, quali sono punti forti e punti deboli?

«Il mio punto di vista è quello di medico clinico. Il FSE nasce primariamente per rispondere aesigenze amministrative, e solo in seconda battuta per essere...

Un caprino vaccino

«Ieri ho chiesto un "formaggio caprino" per mia moglie, che mal sopporta il latte vaccino, ma leggendo poi l'etichetta ho scoperto che...

Piero Sardo Viscuglia: ‘’Il Premio Wilde ci sta dando grosse soddisfazioni’’

A cura di Ionela Polinciuc Piero Sardo Viscuglia, il Segretario generale della Dreams Entertainment e co-coordinatore dei progetti Cultura...

Commenti recenti