18 Maggio 2022, mercoledì
Home Italia Economia Poste italiane segue il modello '100% green'

Poste italiane segue il modello ‘100% green’

Il modello 100% green o meglio conosciuto come un’importante passo per l’ambiente è seguito da tantissime imprese, Paesi, e non solo. Ora è toccato a Poste Italiane che a partire dal 2022 “nel mercato dell’energia, ci sarà un’offerta equa, competitiva e di semplice comprensione”, come annunciato  dall’a.d. Matteo Del Fante, prevede semplicemente che le prossime offerte sia di gas che di elettricità seguiranno quel modello. In modo tale da raggiungere due importanti obiettivi il  breakeven nel 2024 (pareggio economico dell’azienda)  ed un Ebit positivo nel 2025.

Per arrivarci però basterà che salga la clientela 200mila già dal prossimo anno ed altri 700mila nel 2023, continuando poi a 1,1 milioni nel 2024, ed a 1,5 milioni nel 2025. L’energia diventerà  un’importante Del fante continua: “diventare il punto di accesso unico per tutte le esigenze quotidiane degli italiani” massimizzando “il valore della potente rete omnicanale”. Come ben sapete da qualche anno Poste Italia ha creato la sua linea Poste Mobile sia per fissi che per la telefonia mobile, nell’ultimo anno, ha registrato positiva del +3%.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il Tribunale concede gli alimenti alla no vax povera sospesa dal lavoro per la sua “dignità”

Il Tribunale del Lavoro di Brescia ha disposto che venga concesso l’assegno alimentare a una dipendente di un’azienda sanitaria che non si...

Oroscopo mercoledi 18 maggio 2022

                              A CURA DI TELEBLULANOTTE

Più di 7 milioni di europei ha o ha avuto un tumore della pelle

I risultati di un nuovo sondaggio dell'Accademia europea di dermatologia e venereologia (Eadv) presentato al Simposio di primavera dell'Eadv mostrano che l'1,71...

Come sanare una difformità edilizia?

Abusi edilizi: tipologie, possibili sanatorie, procedura e sanzioni.Il nostro ordinamento giuridico prevede diverse ipotesi di interventi e di opere edilizie irregolari, a...

Commenti recenti