12 Aprile 2021, lunedì
Home Mondo Cronaca nel Mondo Klimat Butiken: il primo market a impronta ambientale

Klimat Butiken: il primo market a impronta ambientale

La rinnovata sensibilità verso le esigenze ambientali è protagonista nel mondo della GDO svedese con l’apertura del primo vero supermercato green. Ci riferiamo alla nuova creatura del marchio di  distribuzione alimentare svedese Felix, presentato  al pubblico dei consumatori della nazione scandinava, con il nome di Klimat Butiken. Un vero e proprio negozio del clima,  la cui particolarità consiste nel  dare un prezzo ai prodotti sulla base della loro impronta di carbonio invece che nei consueti termini puramente monetari. Più il prodotto emette CO2 più costerà è la regola inderogabile di base su cui poggia la realtà del corrispettivo in questo innovativo format.

Il sistema Klimat Butiken

Nel mondo Klimat Butiken ad ogni cliente viene dato un preciso budget settimanale espresso in termini di Kg di CO2, per la precisione di 18,9 Kg di CO2 per settimana, budget entro il quale tassativamente  modulare tutte le scelte di composizione della spesa settimanale limitando, così  le scelte di acquisto in termini di massimo impatto ambientale che ne potrebbero derivare.

La logica alla base del rivoluzionario sistema del  format è quella di fornire un valido aiuto ai consumatori sensibili alle questioni ambientali e perciò orientati verso quella che potremo definire un’eco-spesa,che spesso e volentieri, tuttavia, non dispongono di una cognizione precisa dei prodotti che danneggiano maggiormente l’ambiente. Così, attraverso la commutazione del prezzo economico in “prezzo ambientale” si fornisce una traccia del tutto intuitiva al consumatore circa la pericolosità in termini ambientali dei diversi prodotti. L’aver, poi, fissato un budget massimo settimanale, entro cui far rientrare complessivamente  la spesa,   senz’altro consente di accrescere  la sensibilizzazione delle persone su quanti e quali  possono essere gli effetti del  nostro modo di mangiare  sull’inquinamento ambientale.

Il messaggio di fondo di Klimat Butiken

In una realtà dove la produzione alimentare è responsabile di ben un quarto delle emissioni mondiali di gas serra, il messaggio di fondo della catena svedese è che solo attraverso un’informazione adeguata, intuitiva e immediatamente fruibile, si possa  arrivare a far assumere il giusto grado di conoscenza relativa agli alimenti che determinano maggiore presenza di carbonio nell’aria. Ad esempio, il solo vedere quanta differenza ci sia in termini di emissioni di CO2,  tra prodotti alimentari di origine vegetale rispetto a quelli di origine animale,  è utilissimo al consumatore per articolare scelte d’acquisto davvero rispettose del pianeta e per maturare una conoscenza più completa su una delle tematiche più decisive dalla questione ambientale.

Il Klimat Butiken non rappresenta l’unica iniziativa che il gruppo svedese Felixha intenzione di mettere in campo a sostegno dell’ambiente, ma è solo una piccola parte di un vero e proprio programma di sostenibilità a lungo termine che conferma la vocazione green di questo gruppo commerciale. Nell’ambito di questo programma di sostenibilità , basato soprattutto sulla volontà di fornire ai clienti quante più informazioni possibili per maturare scelte più responsabili possibili, si pongono diverse altre iniziative tra cui quella, ad esempio, di segnalare, in tutti i suoi negozi sulle etichette dei prodotti il loro impatto ambientale. Ricordando  che anche le più piccole scelte quotidiane hanno un’importanza, spesse volte insospettabile, sulle condizioni ambientali del nostro pianeta, l’iniziativa scandinava merita tutta la considerazione positiva possibile.

a cura di Ronald Abbamonte

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Giudicate Voi, domenica 11 aprile in onda la dodicesima puntata

Domenica 11 aprile in onda una nuova puntata di “Giudicate Voi” Giudicate voi è il talk show di approfondimento...

Tod’s: Della Valle chiama Chiara Ferragni in Cda

Il gruppo Tod's nomina Chiara Ferragni membro del Cda. Diego della Valle annuncia “la conoscenza di Chiara del mondo...

Morto il principe Filippo

Il principe Filippo d’Edimburgo 99enne consorte della regina Elisabetta, è morto dopo essere stato dimesso dall’ospedale a Londra a causa di una...

Europa League, la Roma trova tutto

Tutto in una sera: testa, cuore, gambe e una bella dose di fortuna. È la vittoria degli ultimi, dei giocatori derisi e...

Commenti recenti