26 Ottobre 2021, martedì
Home Mondo Israele e l'attacco ambientale: "una nave pirata di una società libica partita...

Israele e l’attacco ambientale: “una nave pirata di una società libica partita dall’Iran”

Qualche settimana fa vi abbiamo parlato di un grave danno ambientale avvenuto in Israele ‘’il più grave degli ultimi decenni’’, avevano scritto i media locali ed ancora ‘’è stato un atto di terrorismo ambientale’’: tonnellate di liquido oleoso era stato ‘trovato’ sulle coste del Paese. Subito era stato attivato la procedura di emergenza, e dopo qualche giorno era stato aperto anche un’indagine per capire cosa sia successo realmente! Finalmente, dopo qualche settimana, la ministra dell’ambiente Gila Gamiliel ha accusato “una nave pirata di una società libica partita dall’Iran”. E non solo: “L’Iran è impegnato nel terrorismo non solo con l’aiuto di armi nucleari o cercando di stabilirsi lungo i nostri confini. L’Iran opera il terrorismo danneggiando l’ambiente. La nostra battaglia contro l’inquinamento e i danni all’ambiente è una lotta che si estende attraverso i Paesi”. Infatti, saranno presi provvedimenti tramite azioni legali. C’è da ribadire che dopo il danno sono iniziate le pulizie nelle acque.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

L’Artista Adriano Sambri nominato Accademico dell’Arte a Spoleto

L'artista aretino Adriano Sambri è stato nominato, onoris causa, Accademico in Arte nella città di Spoleto con cerimonia avvenuta nei giorni scorsi...

Pensioni, vertice Draghi-sindacati. Pressing della Lega

Ieri Salvini dal premier: Carroccio al lavoro per no a ritorno Fornero. Manovra di bilancio 2022. Il premier, Mario...

Come nasce il Fascicolo sanitario elettronico, quali sono punti forti e punti deboli?

«Il mio punto di vista è quello di medico clinico. Il FSE nasce primariamente per rispondere aesigenze amministrative, e solo in seconda battuta per essere...

Un caprino vaccino

«Ieri ho chiesto un "formaggio caprino" per mia moglie, che mal sopporta il latte vaccino, ma leggendo poi l'etichetta ho scoperto che...

Commenti recenti