28 Febbraio 2021, domenica
Home Sport Serie A. Milano è nerazzurra, Milan schiantato

Serie A. Milano è nerazzurra, Milan schiantato

MILAN-INTER 0-3
Quello che tutti gli addetti ai lavori pensavano e non dicevano perché “se il Milan è lassù, avrà sicuramente meritato” è diventato improvvisamente realtà. Dopo un intero girone da capolista (più per demeriti altrui, va detto) la squadra di Pioli si è sciolta come neve al primo sole di febbraio. L’Inter ha dominato dal primo all’ultimo minuto avendo, dopo le prime due reti, enormi praterie davanti a sé. Ha rischiato solo tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo e ha dovuto ringraziare il portiere Handanovic per almeno due interventi da campione. Forse è un paradosso ma, nell’arco del campionato, quando il Milan ha avuto il suo simbolo fuori gioco (prima per covid, poi per infortunio) ha giocato molto meglio e perso pochissimo. Anche oggi Ibrahimovic (sì, parliamo proprio dello svedese) ha lasciato il campo anzitempo. Ci ha provato Zlatan, ma non ha lasciato il segno. Le tre reti, neanche a dirlo, portano la firma della premiata ditta LuLa. Lukaku e Lautaro. Il primo autore del tre a zero (al 66°), il secondo dei primi due gol (al 5° e al 57°). I ragazzi di Conte si portano così a + 4 sui cugini e provano la prima fuga in un campionato per ora equilibratissimo. Inter prima a 53 punti, Milan a 49. Prima del derby, in barba alle norme anticovid, le due tifoserie hanno rischiato anche di venire a contatto quando centinaia di supporters rossoneri si sono diretti verso l’ingresso del parcheggio dello stadio nei pressi del raduno della Curva Nord (feudo del tifo nerazzurro). Gli agenti in assetto anti sommossa hanno avuto il loro bel daffare per separarli. Tutto nella anormalità in questo pazzo pazzo paese.
PARMA-UDINESE 2-2
Nell’anticipo delle 12:30 il Parma in vantaggio di due reti (Cornelius al 3° e Kucka su rigore al 32°) si è fatto rimontare dall’Udinese (in gol con l’ex Okaka al 64° e Nuytinck all’80°) rischiando anche di perdere l’ennesima gara per un fallo da rigore di Conti su Laurini. Solo nel finale Gagliolo ha fatto gridare al gol i padroni di casa, sbagliando l’impossibile. In classifica, dopo la sconfitta del Cagliari, cambia poco: Parma sempre penultimo e Udinese che aggancia la Fiorentina a 25 punti.
PIERLUIGI CANDOTTI

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Pandemia e residenza fiscale

a cura di Pasquale Giordano  L’emergenza epidemiologica covid-19 e le misure adottate a livello nazionale ed internazionale per il...

L’Inter è in fuga. Cagliari e Udinese, squilli salvezza

Nel pomeriggio domenicale di serie A, l'Inter domina il Genoa e lo batte per 3-0. Giornata nera per le due genovesi (anche...

Opere d’arte e libera circolazione

A cura di Luca Filipponi Direttore  Il Decreto Ministeriale 246/2018 ha stabilito regole precise sulla documentazione...

Usa, chi sono i miliziani colpiti da Biden in Siria

 La prima azione militare dell'amministrazione di Joe Biden nella zona orientale della Siria, al confine con l'Iraq, ha colpito due milizie sostenute dall'Iran, Kataib Hezbollah e Kataib...

Commenti recenti