26 Luglio 2021, lunedì
Home Italia Cronaca 18 gennaio 1977, l'omicidio del centrocampista Re Cecconi

18 gennaio 1977, l’omicidio del centrocampista Re Cecconi

Il campionato di calcio italiano del 1976 iniziò il 3 di ottobre, una domenica in cui – come si usava all’epoca – vennero disputate tutte le otto partite in programma per quel turno. La squadra che poi vinse il campionato, la Juventus di Dino Zoff, Gaetano Scirea e Roberto Bettega, esordì all’Olimpico di Roma contro la Lazio.

Luciano Re Cecconi, che all’epoca aveva 29 anni, oggi è ricordato quasi esclusivamente dai tifosi della Lazio, da chi seguiva il campionato in quegli anni e da chi ha avuto l’occasione di leggere qualcosa su di lui, o di guardare qualche programma televisivo sulla sua storia. Perché due mesi dopo quel gol segnato alla Juventus — l’ultimo della sua carriera — Re Cecconi entrò in una gioielleria di Roma con due amici e venne colpito al petto da un colpo di pistola. Cadde sul pavimento e morì poco dopo all’Ospedale San Giacomo. Re Cecconi, nato e cresciuto a Nerviano, in provincia di Milano, aveva una moglie più giovane di cinque anni e due figli piccoli.


Quell’annata calcistica sancì la fine del ciclo della storica Lazio di Tommaso Maestrelli, iniziato con la vittoria dello scudetto del 1974. Quella squadra — composta fra gli altri da Giorgio Chinaglia, Pino Wilson e Vincenzo D’Amico — aveva vinto il campionato in modo del tutto imprevedibile passando alla storia per essere una squadra composta da buone individualità ma estremamente disunita, con lo spogliatoio diviso fra giocatori che non si frequentavano né facevano mistero di starsi antipatici a vicenda.

Alcuni di loro erano considerati vicini all’estrema destra romana, e probabilmente avevano rapporti con la criminalità legata a quell’ambiente. La fine di quella squadra cominciò il 2 dicembre del 1976, quando Maestrelli, l’allenatore che pochi anni prima li aveva portati allo Scudetto, morì di cancro al fegato. Si concluse poi definitivamente con l’assurda morte di Re Cecconi.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Green pass tra gioie e dolori: l’economia, forse, riparte

Con l'indice Rt che schizza a 1,26 l'approvazione del green pass è l'àncora di salvezza per numerose attività che hanno sofferto la...

Comunicato stampa: Premio Castello Sotto Le Stelle 2021

Aci Castello. Grande attesa per il Premio Castello Sotto Le Stelle 2021, in programma giovedì 22 luglio alle...

Tokyo: Buongiorno Italia; via alle gare, Malagò parla al Cio

A due giorni dalla cerimonia inaugurale, Tokyo 2020 è già partita con il prologo delle sue gare e a dare il via...

Letta tira dritto sul ddl Zan e il Pd fa muro contro gli attacchi di Renzi

Dalla giustizia al ddl Zan, Matteo Renzi ha ormai messo nel mirino il Partito Democratico e il suo segretario, Enrico Letta.

Commenti recenti