1 Agosto 2021, domenica
Home Mondo Politica nel Mondo Capitol Hill,una settimana dopo: Trump non si pente

Capitol Hill,una settimana dopo: Trump non si pente

Donald Trump non è affatto pentito l’ assalto del 6 gennaio a Capitol Hill, pagando serie conseguenze: per la prima volta, diventa concreta la possibilità che possa essere condannato dal Senato ed espulso per sempre dalla politica americana.

Oggi almeno dieci deputati potrebbero votare con i democratici per avviare formalmente l’ impeachment alla Camera.

Pochi minuti prima di imbarcarsi per Alamo, Texas,Trump si è fermato a parlare con i cronisti del pool, dove nel pomeriggio ha tenuto un comizio per «celebrare la promessa mantenuta» di costruire 450 miglia di Muro al confine con il Messico. Ecco la sua versione, simile a quella di alcuni «anchor» di Fox News : «Guardate a ciò che altri hanno detto, politici ad alto livello, sulle orribili rivolte dell’estate scorsa a Portland e a Seattle e in altri posti. Questo è il vero problema». E sull’impeachment: «Per quanto mi riguarda io non voglio violenze. Ma l’impeachment è davvero la continuazione della più grande caccia alle streghe della storia politica. È ridicolo, assolutamente ridicolo… e sta causando un pericolo enorme per il nostro Paese e una rabbia enorme. Io non voglio violenza».

Trump, dunque, cerca di capovolgere la dinamica della crisi, respingendo ogni responsabilità e, soprattutto, mantenendo a livelli allarmanti lo scontro politico. Ce n’è anche per i social che lo hanno oscurato, dopo Twitter anche YouTube, che ne ha sospeso l’account per almeno una settimana, fino all’inaugurazione di Biden: «Le big tech stanno facendo una cosa orribile al nostro Paese. Penso che sarà un errore catastrofico per loro. Stanno dividendo le persone… Questo indurrà altri a fare la stessa cosa e ciò causerà molti problemi e molti pericoli. Un grande errore…Tuttavia c’ è sempre una possibile contromossa. Non ho mai visto tanta rabbia come ora e questa è una cosa terribile. Ma bisogna sempre evitare la violenza. E noi abbiamo un immenso sostegno».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il fuoco non dà tregua alla Sardegna

Un nuovo incendio è divampato nell'Oristanese sui monti di Santu Lussurgiu, nella zona di Sa pedra lada, sotto la borgata montana di San...

Pil vola a +2,7% nel secondo trimestre, sale l’occupazione a giugno

Nel secondo trimestre del 2021 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato del 2,7% rispetto al trimestre precedente...

Giustizia: accordo in Cdm su riforma, c’è ok M5s

Via libera del Consiglio dei ministri alla proposta di mediazione sulla riforma del processo penale. A quanto si apprende, c'è il via...

Tokyo. Italia argento nella sciabola con Montano

Un finale che ormai sembra scritto: prima l'illusione, la finale e poi la grande delusione che guasta un po' il piacere della...

Commenti recenti