15 Gennaio 2021, venerdì
Home Cultura & Spettacoli Terremoto in Irpinia, il ricordo di chi lo ha vissuto

Terremoto in Irpinia, il ricordo di chi lo ha vissuto

Era un domenica sera di quaranta anni fa, ricordo che non faceva molto freddo e in cielo una grande luna, all’improvviso il suolo incominciò a tremare in un movimento ondulatorio a cui seguì un grande boato e un forte odore di gas si sprigionò nell’aria. Fu impressionante sentire la terra che ti trema sotto i piedi…

Questi sono i ricordi di una bambina di dieci anni che ha vissuto il terremoto del 23 novembre del 1980. Una scossa che durò circa 1 minuto e 20 ma sembrò un eternità, paesi rasi al suolo, palazzi danneggiati, numerosi morti e molti altri feriti. Catastrofe che colpi Campania e Basilicata e come sempre accade anche questa immane tragedia ebbe i suoi scandali: il ritardo dei soccorsi e le ingentissime risorse stanziate dallo stato oggetto di ruberie di tanti sciacalli. Lo stato fu impotente dinanzi al disastro, incapace di coordinare i soccorsi, questi ultimi tardivi ed insufficienti nonostante lo sforzo immenso dei soccorritori.  Solo due giorni dopo la tragedia l’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini si recò sul posto e in un discorso alla Nazione denunciò le inadempienze dei soccorsi che sarebbero arrivati solo dopo 5 giorni nel mentre sotto le macerie si udivano le grida di disperazione dei sepolti vivi. Quarant’anni dopo vi è una ferita nell’anima freschissima, in qualche periferia ci sono ancora i prefabbricati leggeri che sarebbero dovuti essere provvisori per poi essere sostituiti da case vere. Il risvolto buono generato dal post-sisma fu la solidarietà espressa da ogni parte d’Italia, dall’espressione di quella solidarietà nacque la Protezione Civile che da quel giorno si diede lo status di Provvidenziale Ente no-profit. Organismo che ancora oggi scende in campo per combattere le calamità, con l’auspicio che dopo quarant’anni si sia radicata nella coscienza di ognuno che la prevenzione è l’unica arma che abbiamo per evitare tragedie come questa già vissuta.

Avv. Sabina Vuolo

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Cartelle esattoriali, firmato nuovo stop fino a 31 gennaio

Stop all’invio delle cartelle esattoriali e di altri atti fiscali fino al 31 gennaio. Il consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che, si legge nella...

Serie A, 18^ giornata: si parte con Lazio-Roma

La 18^ giornata di campionato si apre con il derby di Roma. Alle 20:45 allo stadio Olimpico sarà tempo di Lazio-Roma. Sarà anche la prima volta che Lazio...

L’Ue finanzia raccolta plasma iperimmune in Italia: sul tavolo 7 mln di euro

Via libera dalla Commissione Europea ad un finanziamento di oltre 7 milioni di euro destinato a supportare i servizi trasfusionali italiani che...

Vaccino Covid, Italia a quota 1 milione : secondi in Ue

L’Italia è ormai prossima alla quota di un milione di vaccinazioni Covid somministrate. Il traguardo sarà superato nella giornata odierna considerando che,...

Commenti recenti