17 Giugno 2021, giovedì
Home Italia Covid19, Conte: entro fine settimana vi comunicherò i dettagli della fase 2

Covid19, Conte: entro fine settimana vi comunicherò i dettagli della fase 2

“Prima della fine di questa settimana confido di comunicarvi e di illustrarvi i dettagli del programma” per la fase 2, per il prossimo 4 maggio, per la gestione dell’emergenza coronavirus. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte, sottolineando che il piano sarà applicato ma “Riaprire tutto subito sarebbe irresponsabile. Farebbe risalire la curva del contagio in modo incontrollato e vanificherebbe tutti gli sforzi fatti. Non possiamo permetterci di agire affidandoci all’improvvisazione. Non possiamo abbandonare la linea della massima cautela, anche nella prospettiva della ripartenza. Non possiamo affidarci a decisioni estemporanee pur di assecondare una parte dell’opinione pubblica o di soddisfare le richieste di alcune categorie produttive, di singole aziende o di specifiche Regioni.

Per quanto riguarda l’allentamento delle misure: ‘’deve avvenire sulla base di un piano ben strutturato e articolato, un programma nazionale che tenga però conto delle peculiarità territoriali (..) Dobbiamo riaprire sulla base di un programma che prenda in considerazione tutti i dettagli e incroci tutti i dati. Un programma serio, scientifico. Non possiamo permetterci di tralasciare nessun particolare, perché l’allentamento porta con sè il rischio concreto di un deciso innalzamento della curva dei contagi e dobbiamo essere preparati a contenere questa risalita ai minimi livelli, in modo che il rischio del contagio risulti ‘tollerabile’ soprattutto in considerazione della ricettività delle nostre strutture ospedaliere”. 

Sottolinea che le decisioni prese nella seconda fase interesserà tutto il Paese: Dobbiamo marciare uniti e mantenere alto lo spirito di comunità. E’ questa la nostra forza”. Per finire per quanto riguarda le imprese oltre ai protocolli da rispettare (distanza, guanti e mascherine) dovranno: ‘’valutare anche i flussi dei lavoratori che la riapertura di questa impresa genera. Le percentuali di chi usa i messi pubblici, i mezzi privati, in quali orari, con quale densità. Come possiamo garantire all’interno dei mezzi di trasporto la distanza sociale? Come possiamo evitare che si creino sovraffollamenti, le famose ‘ore di punta’?. Come favorire il ricorso a modalità di trasporto alternative e decongestionanti?”

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Salvini: “Chiederò a Draghi stop mascherine all’aperto”

Con l'Italia che si avvia alla zona bianca totale, il Governo è ora alle prese con il nodo principale: l'eventuale proroga dello Stato...

Denise Pipitone, Piera Maggio all’ex pm: “Piano con le segnalazioni”

L'invito della madre della piccola scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo in Sicilia: “Credo alla buonafede della...

Italia, altri 3. È già agli ottavi

Altra notte azzurra all'Olimpico di Roma. E altro 3-0. L’ Italia sbarca agli ottavi di finale di Euro 2020 con un turno...

COMUNICATO STAMPA

Occhiuto candidato governatore del centrodestra: la soddisfazione di Gallo Il coordinatore provinciale forzista: «Roberto l’uomo giusto al momento giusto»

Commenti recenti