28 Febbraio 2021, domenica
Home Motori Jaguar Land Rover, ottiene per il secondo anno consecutivo la certificazione Carbon...

Jaguar Land Rover, ottiene per il secondo anno consecutivo la certificazione Carbon Neutral

Per il secondo anno di fila il modello Jaguar Land Rover ha ottenuto la certificazione Carbon Neutral dei suoi impianti nel Regno Unito.

Un importante traguardo, dove è stato organizzato anche un vero e proprio tour a zero emissioni con un modello di I-PACE elettrica che ha fatto tappa in tutti i suoi stabilimenti. Partenza da Gaydon ad Halewood per poi passare all’impianto Land Rover di Solihull, per il quartier generale di Whitley e lo stabilimento di Castle a Birmingham, elettrificato da poco. Tappa anche all’Engine Manufacturing Centre con sede a Wolverhampton.

La nuova certificazione da parte del Carbon Trust arriva grazie al programma denominato Jaguar Land Rover Destinazione Zero ed è stata ottenuta per la prima volta con due anni di anticipo dalla scadenza fissata entro la fine del 2020. Un passo in avanti importante per la produzione a zero impronta carbonica da parte della Casa britannica.

Risultato immagini per Jaguar Land Rover Carbon Neutral

Notizia comunicata lo scorso 31 gennaio riconoscimento che premia tutte le attività svolte per rispettare gli standard internazionali PAS 2060 relativi alla Carbon Neutrality fra l’aprile del 2018 e il marzo del 2019 in tutti i suoi siti di sviluppo, produzione e assemblaggio delle automobili, c’è da ribadire che rappresentano il 77% della produzione mondiale di Jaguar Land Rover.

Questi risultati sono il frutto di importanti investimenti effettuati dall’ azienda di Coventry che nel corso degli ultimi anni ha speso molto nei progetti di risparmio energetico, soprattutto con l’utilizzo di pannelli solari e dell’illuminazione a LED.

Inoltre Jaguar, ha deciso anche di investire nel programma Gold Standard di riduzione volontaria per l’ emissioni di CO2 in tutto il mondo come parte della certificazione formale che prevede progetti di purificazione dell’acqua in Kenya e Uganda, oltre alla fornitura di fornelli non inquinanti in Ghana e in India.

Il viaggio organizzato dalla casa automobilistica per festeggiare la certificazione è iniziato dopo aver ricaricato la batteria di un modello di I-PACE a Gaydon, utilizzando uno dei 166 smart charger alimentati dai pannelli solari del nuovissimo Advanced Product Creation Center. Il modello ha un’autonomia di ben 470 chilometri ed ha completato il giro dei vari stabilimenti del marchio britannico sparsi per il Regno Unito, della lunghezza di 228 chilometri, con una sola ricarica.

fonte: www.motori.virgilio.it

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Pandemia e residenza fiscale

a cura di Pasquale Giordano  L’emergenza epidemiologica covid-19 e le misure adottate a livello nazionale ed internazionale per il...

L’Inter è in fuga. Cagliari e Udinese, squilli salvezza

Nel pomeriggio domenicale di serie A, l'Inter domina il Genoa e lo batte per 3-0. Giornata nera per le due genovesi (anche...

Opere d’arte e libera circolazione

A cura di Luca Filipponi Direttore  Il Decreto Ministeriale 246/2018 ha stabilito regole precise sulla documentazione...

Usa, chi sono i miliziani colpiti da Biden in Siria

 La prima azione militare dell'amministrazione di Joe Biden nella zona orientale della Siria, al confine con l'Iraq, ha colpito due milizie sostenute dall'Iran, Kataib Hezbollah e Kataib...

Commenti recenti