Premio Penisola Sorrentina: Vanessa Gravina vince il premio per il personaggio femminile, premiazione il prossimo 26 ottobre.

 Vanessa Gravina vince il “Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito” per il personaggio femminile.

Cerimonia di consegna, Teatro delle Rose, Piano di Sorrento, 26 ottobre 2019

Va a Vanessa Gravina il Premio Penisola Sorrentina per il personaggio femminile. Attrice sensibile e poliedrica di cinema, fiction e teatro, la Gravina è appena tornata in tv ne “Il Paradiso delle Signore”, in onda su Rai Uno dal 14 ottobre, dove veste i panni della protagonista Adelaide di Sant’Erasmo, fortunato personaggio della serie in onda dal 2015.

“Mi diverto molto con Adelaide perché lei mi distrae da me stessa, e questa è la cosa più bella. Adelaide più che cattiva è una donna molto determinata – ha detto l’attrice all’AdnKronos – ed è un personaggio difficile perché è fuori dal tempo, è una donna molto forte che se vuole raggiungere un obiettivo lo raggiunge.”

Per entrare appieno nel ruolo di Adelaide di Sant’Erasmo, la Gravina si è ispirata a personaggi come Crudelia Demon e confessa che la seria televisiva, articolata in 160 puntate, regalerà moltissimi colpi di scena.

Se Adelaide è una vera e propria dark lady come l’ha definita Lorella Cuccarini, Vanessa coniuga dolcezza e determinazione. Classe 1974, nata e cresciuta a Milano, la Gravina è stata catapultata nel mondo dello spettacolo in fasce, quando, a soli sei mesi, è stata la protagonista di una pubblicità di passeggini per Carosello. Nel 1981, a 7 anni, debutta nella trasmissione radiofonica Torno subito di Diego Cugia. Quattro anni dopo, nel 1985, esordisce sul grande schermo con il film Colpo di fulmine, regia di Marco Risi, ottenendo una nomination al Nastro d’argento come migliore attrice esordiente.

Da lì l’inizio della fortunata carriera costellata da una serie di successi alternando tv (La piovra 4, La piovra 5, Incantesimo, Centro vetrine) e teatro (nel 1991 Strehler la scelse per La donna del mare di Henrik Ibsen, al Piccolo Teatro di Milano, recentemente Liliana Cavani le ha affidato il ruolo della protagonista ne Il Piacere dell’Onestà di Luigi Pirandello) passando attraverso la pubblicità dove ha posato per campagne pubblicitarie a opera di fotografi quali Fabrizio Ferri, Richard Avedon, Gilles Tapie, Angelo Frontoni e Oliviero Toscani.

VANESSA GRAVINA

Diventa nota al pubblico televisivo nel 1988, quando partecipa alla miniserie tv Don Tonino. Sempre in televisione partecipa a La piovra 4 (1989) e La piovra 5 – Il cuore del problema (1990), entrambe dirette da Luigi Perelli. Nel 1991 viene scelta da Giorgio Strehler per interpretare il ruolo di Hilde ne La donna del mare di Henrik Ibsen, al Piccolo Teatro di Milano, cui fanno seguito la commedia satirica In caso di matrimonio rompere il vetro di Fabio L. Lionello e Nella città l’inferno, tratta dall’omonima sceneggiatura di Suso Cecchi d’Amico, regia di Dacia Maraini.

Nel 2000, dopo un’esperienza cinematografica in Francia dove è protagonista del film Les gens en maillot de bain di Éric Assous, torna in Italia per girare la serie tv Ricominciare, trasmessa su Rai Uno al pomeriggio nella stagione 2000-2001, e la fiction Gioco a incastro, per la regia di Enzo G. Castellari. Nel 2001 è protagonista della quarta stagione della serie tv Incantesimo.

Dopo l’uscita da Incantesimo entra nel cast di CentoVetrine su Canale5. Nel 2014 ritorna sulla prima rete Rai nei panni del magistrato Lucia Cimeca nella fiction Madre, aiutami di Gianni Lepre, al fianco, fra gli altri, di Virna Lisi. Nel 2017 fa parte del cast della serie di Canale 5 Il bello delle donne… alcuni anni dopo e Furore – il vento della speranza 2.

Negli ultimi anni ha partecipato a La signorina Giulia di August Strindberg sotto la regia di Armando Pugliese, Vestire gli ignudi di Luigi Pirandello regia di Walter Manfrè e La bisbetica domata di William Shakespeare, regia ancora di Pugliese. Dal 2013 è la protagonista di A piedi nudi nel parco di Neil Simon. Nel 2015 interpreta il ruolo di Anais Nin in Diario di sé di Luca Cedrola presentato in anteprima nazionale al Napoli teatro festival Italia con la regia di Bruno Garofalo. Nella stagione 2015/2016 è interprete di Nina di André Roussin, per la regia di Pino Strabioli e Patrick Rossi Gastaldi e nella successiva stagione 2016/2017 è interprete de Le Serve di Jean Genet, accanto ad Anna Bonaiuto e Manuela Mandracchia.

Dall’autunno 2018 torna in televisione come interprete del fortunato personaggio di Adelaide di Sant’Erasmo, tra i principali protagonisti del daily in onda su Rai 1 dal titolo Il paradiso delle signore, trasmesso nella fascia pomeridiana.

 

IL PREMIO PENISOLA SORRENTINA ARTURO ESPOSITO

È stato fondato nel 1996 come appuntamento legato alla poesia: tra gli storici vincitori Maria Luisa Spaziani (la celebre “Volpe” del Nobel Eugenio Montale), Michele Sovente (Premio Viareggio), Giovanni Raboni ed Alberto Bevilacqua.  Oggi il Premio è un evento cross mediale ed uno spettacolo culturale, riconosciuto dal Parlamento Europeo per la rilevanza internazionale. Si premiano attori, interpreti, protagonisti della cultura ma anche filiere, prodotti culturali, progetti dedicati all’Italia della cultura.

Written By
More from Redazione